Giorni Felici

Alti e bassi di novembre – day30

Giorno felice #899

Termina oggi la challenge che mi sono auto inflitta per il mese di Novembre, alleluja alleluja.

L’ultimo tema è: I tuoi alti e bassi del mese.

30

Partiamo dagli alti?

Il lavoro sta andando alla grande e di questo una parte di me è molto felice. Sollevata, direi. Perchè quando hai una attività in proprio non sai mai come sarà il mese successivo e viviamo in un periodo difficile per molti, un periodo in cui c’è chi è costretto a tagliare su alcune spese, tra le quali le feste di compleanno per i propri figli. Invece direi che qui di lavoro ce n’è a sufficienza, forse perchè paga la politica del prezzo basso. Noi cerchiamo di abbattere i costi e di offrire un servizio completo e comodo ad un prezzo umano, in modo da lavorare di quantità. Faticoso per noi, ma fruttuoso. A quanto pare la nostra concorrenza più prossima fa il ragionamento inverso e ha alzato i prezzi, che in alcuni posti è quasi doppio rispetto al nostro. Il cliente ci fa caso e spande la voce. Certo, è faticoso lavorare di quantità, restando inalterata la qualità, ma sta dando i suoi frutti.

La palestra è sicuramente una nota positiva anche per il mese di Novembre. Ho spinto molto, ho costruito piccoli progressi quotidiani e le soddisfazioni ci sono. Pur non avendo perso peso, la conformazione del mio corpo è cambiata al punto che i pantaloni acquistati ad ottobre mi stanno larghi sui fianchi. Certo, preferirei vedere la bilancia scendere un po’ più rapidamente, ma finchè butto via grasso e metto su massa muscolare, mi considero soddisfatta.

prima-e-dopo
Stessi pantaloni, due mesi di differenza, un chilo di meno nella foto a destra. Eppure la gamba è diversa, molto diversa.

E’ successa anche un’altra cosa molto interessante, ma ve ne parlerò se dovesse andare in porto concretamente, quindi per ora mi tocca mantenere il segreto.

 

Per quanto riguarda i bassi, devo ammettere che il mese non è stato felicissimo sotto l’aspetto alimentare. Ho avuto dei tentennamenti, ho assaggiato cose che non avrei dovuto assaggiare, sentendomi terribilmente in colpa e perdendo un po’ di grinta. Non so… forse un po’ di frustrazione. La verità è che quando la bilancia non scende per troppo tempo mi sale un minimo di paranoia. Capitano dei periodi in cui sei stazionaria, oppure oscilli un kg in più e uno in meno, ma sono periodi passeggeri e dovuti a ritenzione idrica o al ciclo ormonale. Però quando non scendi per un mese, quasi due, inizi a farti delle domande e la testa di una ex obesa risponde in modo spesso illogico. La mia testa tende a dirmi che sono arrivata al peso minimo possibile per me, come se non meritassi di indossare una taglia 46, come se pesare 78 kg fosse la mia massima aspirazione. Come mi disse una zia, quando ero scesa a 100kg “Per te, va bene così!” come se io non potessi essere davvero magra.

Quando inizi a pensare di non essere degna di diventare normopeso, lo sgarro è ad un passo, perchè la testa ti dice anche “Ma si, che vuoi che sia. Chi te lo fa fare ad essere tanto intransigente.” e invece non è così.

Mettici anche un taglio di capelli di merda (no, non mi sono abituata, il taglio mi fa cagare ogni giorno di più e ogni volta che mi guardo allo specchio mi sale il vaccaputtana, perchè stavo iniziando proprio ora a far pace con lo specchio e questi capelli del cavolo li odio proprio) e capirai che lo sgarro è vicino.

Che tipo di sgarro ho fatto?

Ho assaggiato un tortellino per verificarne la cottura. Mi è piaciuto e ne ho assaggiato un secondo.

Oppure ho mangiato le arachidi al posto delle noci o dei pistacchi e, per chi non lo sapesse, le arachidi non sono frutta secca, ma carboidrati.

Una volta ho assaggiato l’uovo con lo zucchero, nella prima fase di preparazione del ciambellone che stavo preparando per i bambini. E’ come zabaione con albume e tuorlo ed è buonissimo… e dolce. Una cucchiaiata, niente di trascendentale, ma lo zucchero è bastardo, appena lo assaggi ne chiede altro e io non mangio zuccheri da troppo tempo. E’ un po’ come farsi un tiro di sigaretta dopo mesi che non ne fumi più una. Pericoloso.

Un’altra volta ho mangiato una caramella alla menta, perchè ero a lavoro e avevo un mal di gola feroce e non riuscivo a deglutire. Zuccheri.

E ho preso due aspirine. Ora, voi penserete che sono esagerata, ma quando ti disintossichi da qualsiasi sostanza chimica, prendere una aspirina ti scombussola tutta. Però ero troppo raffreddata e senza non avrei dormito.

Eh si… io sgarro con l’aspirina! La nuova me lo considera uno sgarro. E una parte di me ne è orgogliosa, perchè ora cerco di ingerire solo cose nutrienti e non dannose per il mio corpo e sto bene, benissimo. Sento di essere pulita, dentro e fuori ed è una sensazione che non avevo mai provato in vita mia.

La verità è che ho tanta più energia, sia fisica che mentale, quanto più sono ferrea nella mia alimentazione.

Comunque, la fase no è passata, sono bastati due giorni di rigore per non sentire più il bisogno di zuccheri, è bastato ingerire solo cose normali per vedere la pancia di nuovo sgonfia e piatta, sono bastati due allenamenti super sentirmi di nuovo in forma.

E, come per magia, anche la bilancia ha ripreso a scendere e sono sotto i 78kg, evviva!!!

Annunci

4 thoughts on “Alti e bassi di novembre – day30

  1. Stesso peso, figura molto differente. Hai perso un sacco di cm. Che soddisfazione.
    Essere così severa nell’alimentazione aiuta a non perdere il controllo facilmente. Però è brutto che si inneschi il senso di colpa se succede.
    Io adoro le arachidi, se le vedo non riesco a non mangiarle. mio marito le ha nascoste. 🙂

    1. Forse quello che devo ancora imparare a gestire è lo sgarro, perchè è abbastanza impensabile essere così ligie al 100% per sempre. Il fatto è che sto ancora scendendo, non ho ancora raggiunto l’obiettivo finale, quindi non posso permettermi distrazioni. Quando sarò arrivata al capolinea, allora dovrò imparare a mantenere il peso, dosando la mia alimentazione abituale con qualche sgarro inevitabile.
      Piano piano imparerò a gestire anche queste nuove fasi, una cosa alla volta.
      Un abbraccio ❤

  2. Forse nel nuovo taglio la parte del ciuffo è troppa, ma la parte laterale quasi rasata ti sta molto bene, secondo me ti affina ancora di più il viso…sarà che io sono invidiosa di chi tiene i capelli cortissimi, perchè ho una delle due orecchie a sventola (ovviamente una, non due, così è anche asimmetrica) e quindi la copro con i capelli….
    Per il resto, complimenti per l’autocontrollo e per i risultati!
    Quindi la challenge è finita?

    1. Challenge finita, evviva!
      Ti ringrazio per i complimenti. Per quanto riguarda il ciuffo, in realtà la parte orribile è dietro, perchè sono rasata praticamente dappertutto, tranne questo ciuffo ambiguo sul davanti. Li odio. Anche a me piacciono rasati ai lati, ma così è troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...