Giorni Felici

Qualcuno che mi ispira – Day4

Giorno felice #876

Per la sfida 30 day writing challenge che sto seguendo nel mese di Novembre, oggi il tema è il seguente: Scrivi di qualcuno che ti ispira.

day4

Ammetto di essere molto severa con il prossimo e se rare sono le persone che stimo, rarissime sono quelle che mi ispirano.

Volevo parlare di un paio di tipe che seguo su Instagram, americane che hanno affrontato il mio stesso percorso con forza e determinazione e che hanno raggiunto risultati strabilianti, ma la verità è che la prima persone che mi è venuta in mente quando ho letto il tema di oggi è stato il coach.

Quindi vi parlo di lui.

Lo conosco dal 2 gennaio 2008, ricordo la data perchè decisi di iscrivermi in palestra appena dopo Capodanno, come buon proposito per l’anno nuovo. All’epoca abitavo in una casa nuova, in un paese vicino al mio, Massimo aveva un anno e mezzo e Emma era solo nei nostri pensieri. Ovviamente ero obesa, forse ero sui 120kg ed ero in lotta con me stessa, come sempre. Entrare in quella piccola palestra di paese richiese una notevole forza di volontà. E lui era li, al fianco della proprietaria e la prima cosa che pensai, quando lo vidi, fu “Questo è cattivo!

Mi seguì e mi aiutò a perdere i chili che mi servivano per avere una seconda gravidanza e poi mi aiutò a tornare in forma dopo il parto. Poi però mi abbandonò perchè andò a studiare all’estero. Ho sempre pensato di rivolgermi a lui il giorno in cui avessi deciso di cambiare una volta e per sempre e così è stato.

Ora per me è un luminare, un genio e anche un po’ sprecato in una piccola realtà di provincia quale è la nostra.

Sa tantissime cose e sa spiegare tecnicamente qualunque cosa, a livello fisico e motorio è una enciclopedia ambulante. Prima era solo interessato all’aspetto nutrizionale e ora invece è diventato un esperto. Ha studiato e si vede. Sa di cosa parla, se ti fa fare una cosa ti spiega anche il perchè e come funziona il tuo corpo quando fai quella cosa. Ma soprattutto è molto empatico, sa come prendere le persone e tirare fuori il massimo da ciascuno di noi. Ho visto come allena una ragazza e la prende a parolacce, così una volta gli ho detto “Ammazza quanto sei cattivo, se trattassi me come tratti lei, io piangerei per tutto il tempo” e lui mi ha risposto “Lo so, per questo con te mi comporto in maniera diversa!

Credo sia una dote innata, devi averla dentro quella sensibilità per capire chi hai di fronte e come prenderla e tirarne fuori il massimo.

Lui ha saputo aiutarmi in maniera esemplare: motivandomi quotidianamente. Ha saputo trovare le parole giuste, gli esercizi giusti, gli stimoli giusti. Ha saputo farmi procedere per step, mi ha condotta in maniera graduale al cambiamento e di questo non posso che essergliene grata a vita. Lui mi ha aiutata a scoprire che sono una persona nata per allenarsi in maniera dura, sono predisposta alla fatica, sono una bestia. E mi piace esserlo.

Ma soprattutto è un valido esempio per me, perchè tutto quello che mi dice di fare lo fa lui per primo. Le nostre alimentazioni sono molto simili, i nostri allenamenti sono ugualmente duri (anche se lui segue un programma molto più avanzato del mio), ma in linea di massima il rigore che chiede a me è lo stesso che chiede a se stesso.

Ammiro le persone preparate, quelle che puntano alla qualità, più che alla quantità. Lui, ad esempio, è un tipo che non accetta chiunque come cliente, perchè se si rende conto che qualcuno ha solo voglia di buttare soldi e perdere tempo, lui rifiuta di farlo. Perchè è una persona alla quale non piace perdere tempo.

Inoltre è un professionista serio che non mira al profitto, ma soprattutto al risultato. Con me ha fatto un discorso serio a fine maggio, il “grande discorso” che mi ha cambiato la vita, perchè si era reso conto che ero in una fase di stallo e non era contento di continuare a prendere soldi senza vedere risultati significativi. Sapeva che era il momento di spingermi un po’ più in la ed è riuscito a farlo. Molti dietologi/dietisti/nutrizionisti invece tendono a far diventare cliente il paziente, ti fanno perdere peso molto lentamente, per continuare a trarne una sorta di vitalizio.

Lui non è così. Lui se non vede risultati ti sprona in modo diverso, in modo da darti la carica che tu non riesci a trovare in te.

Io faccio tutto quello che mi dice di fare, respiro anche come dice lui. Mi fido di lui. Credo in lui. E quando mi sento un po’ abbattuta, penso a quello che mi direbbe lui e vado avanti.

Per questo, è per me fonte di grande ispirazione.

 

A domani, per il Day5.

Annunci

2 thoughts on “Qualcuno che mi ispira – Day4

  1. Che post meraviglioso!
    si leggono una stima e una gratitudine che difficilmente si possono provare, sono felice per te che hai incontrato questa bella persona!
    Per quanto riguarda qualcuno che mi ispira (rimanendo nel mondo del web), tu sicuramente hai un posto fra le top 5, con i tuoi post sei “reale” e comunicativa, la tua forza traspare ma non hai paura di parlare anche di cadute e delusioni, insomma grazie di esserci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...