30 day writing challenge – day 2

Giorno felice #873

Ieri, primo novembre, ho dato il via a questa sfida di scrittura che mi terrà compagnia per tutto il mese.

Eccomi al secondo giorno: scrivi qualcosa che qualcuno ti ha detto su te stessa, che non hai mai dimenticato.

day2

Quando avevo 19 anni, al mio primo anno di università, il professore di Geometria Descrittiva organizzò un viaggio negli Stati Uniti, alla scoperta delle Architetture del posto. Era il viaggio dei miei sogni e convinsi i miei a lasciarmi andare per due settimane, con una comitiva composta da studenti e professori/architetti che non conoscevo. Fu una delle esperienze più intense della mia vita, che mi ha segnata a tal punto da portarmi a distinguere il “prima” dal “dopo”.

Durante quel viaggio conobbi un architetto di Roma molto più grande di me, con il quale entrai in simpatia. Io ero la più piccola della comitiva e avevo sostenuto solo un esame (Analisi Matematica) quindi di Architettura non sapevo niente, così come non sapevo niente della Vita. La metà della comitiva mi girava alla larga per una sorta di altero disprezzo nei confronti della mia manifesta inferiorità intellettuale, l’altro 49% si limitava ad ignorarmi, come se fossi trasparente. E poi c’era lui, che veniva a chiedere la mia opinione ogni volta che mettevamo piede in una Architettura con la A maiuscola. Voleva sapere cosa ne pensassi, era davvero interessato a me e quando, con imbarazzo, esprimevo la mia modestissima opinione, lui non ne rideva, ma ne rimaneva molto colpito. Col passare dei giorni diventammo amici, ci piaceva passare del tempo insieme, anche se i suoi colleghi lo prendevano in giro perchè dedicava del tempo ad una matricola ignorante, ma a lui non interessava.

Poi un giorno glielo chiesi, perchè perdesse del tempo con me.

E lui mi disse una cosa che non ho mai più dimenticato: “Perchè tu sei come un bicchiere di acqua pura e limpida in mezzo a tante persone torbide.

acqua

Mi spiegò che a Roma era abituato ad avere a che fare sempre con persone poco chiare, con mille facce nascoste dietro quella di circostanza, persone che agivano per scopi personali e non sempre onesti, persone false e di convenienza, persone che avevano imparato a mascherarsi e a non lasciar trasparire il proprio vero Io, persone con le quali parlava e non sapeva cosa pensavano davvero. Io ero diversa, secondo lui. Avevo occhi sinceri e non avevo paura di esprimere i miei pensieri. Pensieri puri, non condizionati da un libro letto o da un professore ascoltato. Secondo lui a me le Architetture parlavano in maniera diretta, senza i filtri dati dalla cultura tradizionale universitaria e questo era per lui interessante. Ma non era solo il mio modo di “sentire” l’Architettura ad affascinarlo. Era il mio modo pulito di essere me stessa, con modestia ed educazione, senza scopi nascosti, quel mio non volermi mettere in mostra a tutti i costi. Mi trovava estremamente interessante.

Parlare con me era per lui estremamente rilassante, e rinfrancante.

Come bere un bicchiere di acqua pura e limpida dopo aver bevuto per anni acqua sporca.

Ovviamente non avevo mai pensato a me stessa in questi termini, pensavo per lo più di essere troppo miserrima per potermi esprimere o mettermi in mostra come facevano gli altri. Ora sono passati 22 anni e sono cresciuta e ho acquisito sicurezza in me stessa, ma in fondo continuo ad essere quella ragazza di 19 anni che provava delle sensazioni forti, ma intime, che non sente il bisogno di esprimere a voce alta.

Sono me stessa sotto voce, senza ergermi a modello per niente e per nessuno, senza lasciarmi condizionare nei pensieri da quello che leggo, sento in tv o ascolto, senza sentirmi migliore o peggiore, ma soprattutto senza il bisogno di far credere agli altri di essere quella che non sono.

A voi qualcuno ha mai detto una cosa su voi stessi, che non avete mai dimenticato?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...