Toto vacanze 2017

Giorno felice #868

Si, lo so, siamo ancora ad ottobre e mancano più di 8 mesi alle agognate vacanze 2017, ma a me piace sognare e, soprattutto, programmare, quindi ho iniziato a pensare e ripensare alle nostre opzioni.

Come primo pensiero mi piacerebbe andare in aereo, adoro volare ed è da parecchio che non lo faccio.

Poi vorrei andare in un posto dove non sono mai stata prima, in modo da ampliare le mie conoscenze, oltre che quelle dei bambini.

E poi siamo molto attratti dai paesi nordici, anche perchè d’estate tendiamo a fuggire il caldo torrido.

Per questi motivi avevamo pensato a Copenaghen, anche perchè da Marzo 2017 la Ryanair ha inserito un volo direttamente da Pescara, cioè a pochissimi km da casa e sarebbe comodissimo.

vacanze 2017

Pare che Copenaghen sia estremamente a misura di bambino, con parchi bellissimi, scorci caratteristici e tanti musei da visitare.

Non è proprio una meta economica, però su Airbnb ci sono degli appartamentini che ti fanno assaporare il fascino delle abitazioni nordiche anche solo in foto.

copenaghen-airbnb

C’è un solo problema che ci separa da questa ambitissima meta: Massimo che ha paura di volare.

Talmente paura che non ne vuole neanche sentir parlare, non vuole neanche prendere in considerazione l’idea. La sua risposta è “PERCHE’ NO E NO!”, si innervosisce e se ne va.

Ora, si potrebbe far finta di niente e prenotare e poi affrontare il problema se si dovesse presentare a giugno, ma io temo una vera crisi isterica, perchè so che ne è capace.

Ho cercato online dei consigli per aiutare i bambini che hanno paura di volare, ma si parlava solo di bambini molto più piccoli di lui, bambini che a quanto pare si calmano se hanno qualcosa da colorare o da mangiare. Mio figlio non lo freghi con così poco.

Penso anche che in qualche modo dovrà sbloccarsi prima o poi, ma sta attraversando una fase non proprio facilissima e caricarlo di stress non mi sembra l’idea migliore.

Allora col marito abbiamo cercato una alternativa raggiungibile con la macchina. Abbiamo aperto Google Maps e abbiamo iniziato a vedere cosa c’è a Nord, subito dopo i confini.

Il Slovenia siamo stati quest’anno, idem per l’Austria. In Germania siamo stati l’anno scorso, a Monaco, ma si potrebbe prendere in considerazione la Foresta Nera e abbinarla a Strasburgo.

Il marito ha messo un veto sulla Svizzera, la Spagna è troppo calda e troppo lontana, quindi rimane la Francia.

Quando siamo stati a Disneyland Paris non abbiamo visto la Francia, ma solo il parco divertimenti e non è stato neanche così entusiasmante. Mentre io sono stata, anni fa, con i miei genitori, nella valle della Loira a visitare i famosi castelli.

Eviterei i castelli della Loira proprio per questa ragione, perchè ci sono già stata, quindi ho cercato di capire cosa possa esserci più vicino a noi di sufficientemente interessante e ho scoperto la Provenza.

provenza

Così ho pensato: perchè no?

L’anno scorso ci siamo stancati tantissimo e abbiamo visitato due capitali europee e basta. Quest’anno mi piacerebbe organizzare una vacanza che sia istruttiva, che ci faccia conoscere posti nuovi, ma non solo città. C’è anche la Natura da esplorare e da godersi, qualche volta. E mi piacerebbe avere una casa dove fare ritorno nel tardo pomeriggio, dopo una giornata in giro a visitare luoghi nuovi, dove i bambini possano divertirsi e sfogarsi senza mettere a dura prova la nostra pazienza.

Quindi ho pensato: prendiamo una casa con piscina.

E i bambini si sono messi a fare salti di gioia!!!

provenza piscina

Mi sono informata e ho scoperto che la Provenza è un posto favoloso da visitare tra giugno ed agosto, quando c’è la fioritura della lavanda e noi andremmo nella seconda metà di giugno.

Ci sono tanti posti bellissimi da visitare, piccoli borghi ricchi di fascino, campi di lavanda, canyon color ocra e una cava di Bauxite trasformata in museo “luminoso“. Si chiama Carrières de Lumières e già lo adoro.

carrieres-de-lumieres

Le nostre giornate si potrebbero organizzare nel seguente modo:

  • colazione a bordo piscina, a base di uova francesi;
  • mattina alla scoperta di qualche posto favoloso nella zona, un paesino, una distilleria di lavanda, Carrières de Lumières o altro;
  • pranzo fuori, alla scoperta dei sapori “proteici” della Provenza;
  • pomeriggio rientro a casa e “svacco” a bordo piscina;
  • cena casalinga a base di proteine locali.

In questo modo dovremmo stressarci di meno, i bambini avranno modo di visitare bellezze naturali oltre a quelle urbane e potranno divertirsi in piscina, senza diventare molesti.

Secondo me è un programmino niente male. Voi che ne pensate?

Annunci

11 commenti

  1. Mete spettacolari entrambe, è vero la Danimarca è carissima ma merita sicuramente, però forse limitarsi a Copenaghen….(io l’ho girata in agosto ed è piovuto quasi sempre, ma ha un fascino che va al di là del meteo, per fortuna!)
    La Provenza è amore consolidato! Fine giugno è un periodo bellissimo, giornate lunghe, non troppo caldo, ancora pochi turisti, vi consiglio assolutamente Avignone, e poi ci sono tanti altri piccoli posti che si scoprono girando, il bello è proprio questo! Le ocre di Roussillon sono imperdibili, come pure la lavanda, anche se a fine giugno non è ancora tutta fiorita, ma quelle zone sono davvero spettacolari!
    Insomma, direi ottime scelte!

  2. Sembra proprio un bel programma.
    Se hai un bimbo o un adulto che hanno paura di volare alcune mete ti sono precluse, fortuna che per noi non è così, anzi amiamo andare in aereo, anche fare viaggi lunghissimi, che ci portano tanto tanto lontano.
    Per noi vacanza non significa mai riposo, siamo dei macina chilometri pazzeschi, ci riposiamo quando torniamo a casa!!!

    • Si, anche noi ci riposiamo a casa, tre mesi di mare, mattina e pomeriggio, alla fine ti vanno a noia.
      Per questo di solito facciamo viaggi esplorativi, dove camminiamo moltissimo, però di solito siamo stati sempre in grandi città e mi piacerebbe dare ai bambini una prospettiva diversa, più naturale, quest anno.
      Come faccio a far passare la paura di volare a mio figlio? Io adoro spostarmi in aereo e visitare posti lontani.
      Lui dice che per Londra potrebbe fare una eccezione….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...