Harry Potter and the cursed child

Giorno felice #841

Ieri ho terminato la lettura di Harry Potter and the cursed child in inglese. Non potevo aspettare il 24 settembre per la pubblicazione in italiano, che comunque comprerò in edizione cartacea, quindi mi sono presa subito l’ebook in inglese.

Premetto che non leggevo in inglese da diverso tempo e non è stato semplicissimo, nè sono riuscita a capire certe sfumature, soprattutto nelle scene più concitate. Comunque il senso si capisce bene, anche perchè si tratta non di un romanzo, ma di un copione teatrale.

Cosa significa questo?

teatro

Come prima cosa i capitoli non si chiamano “capitoli”, ma, ad esempio “Atto Primo, Scena Otto”.

All’inizio di ogni atto e scena c’è una parte in corsivo in cui si specifica dove e in che epoca ci troviamo. A casa di Harry e Ginny oppure nella sala comune dei Serpeverde, oppure nella Foresta Proibita, ecc.

smistamento case
Smistamento delle case. In primo piano Rose Wesley Granger

Ogni capitolo è composto esclusivamente dai dialoghi, quindi è un susseguirsi di:

HARRY: ……

ALBUS: ……….

HERMIONE: …….

HARRY GINNY ALBUS
da sinistra: Harry Potter, Albus Severus Potter e Ginny

Facile da leggere, soprattutto in inglese, ma manca tutta la parte descrittiva, tipica di un romanzo, nonchè i pensieri dei protagonisti. Sappiamo cosa Harry dice, ma non cosa prova.

Un’altra cosa che va detta è che il libro non è lunghissimo, circa 350 pagine, e succedono tante tante cose, quindi c’è molta azione e alla fine il tutto risulta abbastanza rocambolesco. Immagino che sia normale, considerato che è stato scritto e pensato per una rappresentazione teatrale che durerà un paio di ore.

La cosa bellissima è ritrovare i nostri amati personaggi, divenuti grandi e importanti nel mondo magico di cui fanno parte. Hogwarts, il binario 9 e 3/4, il Ministero della magia, fanno parte di noi, ci scorrono sottopelle, quindi leggere questo libro ti fa fare un tuffo nel passato, in luoghi a noi cari e per questo carichi di emozioni.

hogwarts express
Sull’Hogwarts Express con la signora che vende dolciumi

Non voglio parlare della storia, per non rovinare la lettura a nessuno. Voglio solo dire che potevo farne benissimo a meno.

Mi spiego meglio.

harry albus
Harry Potter adulto che parla con il figlio Albus Severus

Secondo me uno dei punti di forza di Harry Potter, di tutta la sua saga, è sempre stato il fatto che l’autrice ha immaginato la storia fin dal principio divisa in sette volumi, ben consapevole di quale dovesse essere la fine. Anni fa la Rowling dichiarò che fin dal principio scrisse un libro per ogni singolo personaggio, ciascuno con una storia completa e perfettamente coerente, incrociata con le storie degli altri personaggi, e che i sette volumi (uno per ogni anno di Hogwarts) fossero previsti dall’inizio, come pezzi di uno stesso puzzle apprezzabile al massimo una volta completato.

in scena
Prima di prendere l’Hogwarts Express

Ecco, questo che molti chiamano “Ottavo capitolo” non è un pezzo di quello stesso puzzle, secondo me.

E’ un tentativo di commercializzare un marchio che fa vendere. Fa vendere tanto. E infatti io l’ho comprato in inglese e lo comprerò anche in italiano, come farete anche tutti voi che avete amato Harry Potter “until the very end“.

in scena 2

Non dico che sono delusa dalla storia, che alla fine è intrigante, ma sono delusa dal tentativo di trascinarla fino a questo punto, perchè non ne vedo davvero il motivo nè ne sentivo il bisogno.

Ultima nota: abbiamo detto che il libro non è un romanzo, ma il copione scritto per una rappresentazione teatrale, che sta facendo furore a Londra e registra il tutto esaurito fino a maggio 2017.

Leggendo il libro mi sono chiesta in più punti in che modo avranno mai reso in teatro certe scene. Con i film è semplice: ci sono gli effetti speciali. Ma a teatro come fai quando un attore prende la Pozione Polisucco e deve trasformarsi in un altro personaggio, ad esempio? E con gli incantesimi? Chissà.

Ecco perchè sono andata in giro nel web per cercare immagini dello spettacolo teatrale, per farmi una idea di com’è.

harry ron draco
da sinistra: Ron, Draco e Harry

Sarebbe interessante andare a vedere di persona, sarebbe una bellissima esperienza e scommetto che prima o poi partirà un world tour dello spettacolo, perchè significherebbe continuare a fare soldi in giro per il mondo, quindi magari aspetto che vengano loro da me.

Certo è che noi ormai identifichiamo Harry Potter con Daniel Radcliffe e Hermione con Emma Watson ed è innegabile lo shock di vedere altre facce impersonare personaggi a noi così noti. Mettici anche che l’attrice teatrale che interpreta Hermione è nera (la Rowling ha detto che non ha scritto da nessuna parte che Hermione dovesse essere per forza bianca) e capisci che trauma potrebbe essere andare a teatro a vedere Harry Potter and the cursed child.

Voi che farete? Lo leggerete?

Annunci

3 commenti

    • Io sapevo che mi avrebbe delusa rispetto ai romanzi, ma non potevo non leggerlo. E, allo stesso modo, lo prenderò in italiano per apprezzare quelle sfumature che, per forza di cose, in inglese non sono stata capace di cogliere.
      Hermione scusa è strana, ma penso ci si faccia l’abitudine.

  1. Eccomi, l’ho finito anche io qualche minuto fa!
    Non so spiegare bene cosa ne penso. Oggettivamente non è un granché: la storia ha poco spessore, i personaggi da noi tanto amati sono cresciuti e hanno perso alcuni tratti che avevano quando li conoscevamo noi (tipo, Ron sembra un vero co****ne per tutto il tempo…) e poi sicuramente leggere un copione non è assolutamente come leggere un romanzo, proprio non c’è neanche paragone.
    Però è pur sempre Harry Potter! Per me questo mondo è come una fede: lo amo incondizionatamente e indiscutibilmente, c’è poco da fare!! 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...