La via del male

Giorno felice #832

La via del male di Robert Galbraith, alias J.K. Rowling, l’ho letto in neanche una settimana, nonostante le sue quasi 600 pagine. E me la sono presa anche comoda, proprio perchè non volevo terminarlo in fretta ma assaporarlo per bene.

la via del male

Mi sono anche presa un giorno di tempo per metabolizzarlo e per quantificare per bene quanto mi sia piaciuto.

Tanto, mi è piaciuto proprio tanto.

Ero già innamorata di Cormoran Strike dal primo libro, Il richiamo del cuculo, amore confermato ne Il baco da seta e diventato viscerale con questo terzo capitolo della saga.

A quanto pare starebbero pensando ad una mini serie tv che dovrebbe chiamarsi The Cormoran Strike Mysteries e ancora non è stato deciso l’attore che dovrebbe impersonarlo. Alcuni lo rappresentano così: bruttino, peloso, sovrappeso, enorme. A me fa un po’ pensare ad Hagrid.

cormoran_strike

Ma se dovessi scegliere un attore in carne ed ossa, farei interpretare Cormoran da “papà Winchester” Jeffrey Dean Morgan.

jeffrey dean morgan

Ma veniamo al libro. Adoro lo stile di scrittura della Rowling, sa descrivere Londra in maniera superba, ti fa venir voglia di perderti tra le sue strade, anche in quelle più pericolose e malfamate. Costruisce personaggi magistralmente, riesci a vederli, a sentirli, a provare empatia per ciascuno di loro, anche per quelli cattivi. Ovviamente anche la storia è scritta benissimo, e quando finalmente ho scoperto chi è l’assassino, non mi sono sentita presa in giro, ma ho riflettuto e pensato “Ah, cavoli…. era li, sotto i miei occhi e non ci sono arrivata!”

Brava la Rowling, che ha saputo costruire una storia così complessa, intricata, ricca di personaggi e dall’intreccio credibile e avvincente. Ti viene da correre verso la fine, verso la soluzione, ma soprattutto verso Cormoran e Robin.

Ma si, parliamone. Parliamo di questa storia d’amore non palesata, per cui tutti facciamo il tifo, ammettiamolo.

Sono così carini insieme, perchè cercano di lottare contro questo sentimento dalla prima all’ultima pagina e per un po’ ti ci fanno anche credere, che possa succedere.

E il finale?

Non voglio rovinare la fine a chi lo sta leggendo o deve ancora leggerlo, ma…. CHECCAVOLO!!!

L’unica nota positiva del finale è che lascia presagire un quarto capitolo della saga, hip hip hurrà!!!

Però uffa…. ecco…. io speravo in qualcosa di più.

 

Ora, iniziare un altro libro subito dopo La via del male non è semplice, ma ieri sono usciti gli obiettivi per la terza tappa della challenge Le LGS sfidano i lettori e ho pensato di iniziare subito Per dieci minuti di Chiara Gamberale.

filmalibri segnalibri da film

E’ un libro che scorre molto velocemente, sono già al 65% e finirlo sarà un attimo. Ma di questo libro vi parlerò in un altro post.

Per ora mi godo la lettura, anche se ogni tanto mi capita ancora di pensare a Cormoran e alla fine de La via del male.

 

PS: Amazon ha spedito China Girl, il secondo capitolo delle indagini di Neal Carey, un altro investigatore di cui è fin troppo semplice innamorarsi, uscito dalla penna di Don Winslow, un altro dei miei autori preferitissimi, al momento. E quando arriverà…. manderò all’aria le sfide di lettura e mi dedicherò a lui!

Annunci

5 commenti

  1. in ferie ho divorato “il richiamo del cuculo” e non volevo che finisse…..ora almeno so che ne ho altri due che posso leggere subito 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...