Giorni Felici

Sistemi di istruzione differenti

Giorno felice #815

Stiamo procedendo con fatica con l’homeschooling e non per colpa del sistema che abbiamo scelto e voluto, ma perchè abbiamo dovuto necessariamente rallentare il passo e adeguarci agli standard scolastici, avendo noi chiesto di sostenere l’esame di idoneità alla quinta elementare.

Massimo non capisce perchè bisogna ancora parlare di egizi e babilonesi invece di completare i greci e iniziare a studiare i romani. Si annoia nel dover eseguire l’ennesimo problema di geometria a base di campi da recintare e tovaglie da merlettare. La verità è che per sostenere un esame scolastico, devi fare finta di essere a scuola e quindi ripetere all’infinito una serie di nozioni inutili e noiose.

Io cerco di vederla diversamente. Se per essere liberi di istruirci nei nostri tempi e modi per 10 mesi all’anno bisogna pagare lo scotto di studiare in maniera tradizionale e nozionistica per due mesi, allora facciamolo. Sto cercando di spiegare questa cosa a Massimo e lui sembra aver soppesato le alternative e accettato l’idea di doversi un pochino sacrificare fino all’esame.

Cerco comunque di mantenere viva la sua attenzione facendo anche qualcosa di nuovo, come ad esempio le potenze matematiche e la scomposizione in numeri primi, cose che si fanno in quinta e che lui trova molto divertenti.

Oggi stavamo studiando la Calabria e, parlando dei personaggi celebri calabresi, abbiamo nominato Renato Dulbecco, Premio Nobel per la Medicina nel 1975. Siamo andati quindi a vedere perchè e per cosa avesse vinto il Premio e abbiamo scoperto che ha effettuato delle ricerche ovunque nel Mondo, tranne che in Italia.

Come mai? mi ha chiesto Massimo.

Così siamo finiti col parlare dello Stato e di quanto investa nella Ricerca, nella Salute, nella Istruzione, ecc.

Gli ho poi fatto vedere delle immagini di scuole Norvegesi e lui è rimasto a bocca aperta. Scoprire che è la scuola a dotarti di computer connesso ad internet dal primo giorno, che non ci sono classi e che gli studenti possono scegliere le materie da seguire a seconda delle proprie passioni ed inclinazioni, che nelle scuole si mangia in mense luminose e belle e, soprattutto, che le scuole sono dotate di impianti sportivi professionali, da acquolina in bocca, lo ha sconvolto. All’improvviso si è reso conto dei limiti del paese in cui vive, paese che ama e nel quale vorrebbe vivere per sempre.

vittra-international-school-stoccolma-rosan

E’ rimasto talmente colpito che ha voluto saperne di più. Abbiamo letto un articolo sul sistema scolastico italiano a confronto con quello norvegese e abbiamo capito che la maggiore flessibilità del sistema norvegese somiglia molto al nostro modo di fare homeschooling.

Abbiamo ancora molto da imparare e spesso penso di fare sempre troppo poco, ma comunque stiamo facendo un lavoro diverso, stiamo coltivando le nostre passioni, ci stiamo arricchendo in maniera diversa, ci stiamo distinguendo dalla massa.

A volte mi chiedo cosa ne sarà di lui da grande, se invece di imparare a memoria i nomi degli affluenti del Po passa le giornate a studiare filosofia, ad interrogarsi sui doveri di uno Stato, a leggere le biografie dei grandi che hanno cambiato il Mondo. Probabilmente sarà un disadattato, spero almeno Felice.

Mi consola il pensiero che chi segue un corso di studi tradizionale non ha garanzie di un futuro felice e spesso la scuola tira fuori greggi di disadattati ignoranti, che pensano che Chieti si trovi in Basilicata.

Quindi, probabilmente stiamo sbagliando tutto, ma almeno lo stiamo facendo a modo nostro.

Vi lascio con un bellissimo video che abbiamo trovato nelle nostre ricerche sui limiti dell’istruzione moderna, un video che riassume perfettamente le motivazioni che mi hanno dato la spinta definitiva a ritirare Massimo dalla scuola.

Annunci

3 thoughts on “Sistemi di istruzione differenti

      1. Conosco altre mamme che fanno questo percorso e hanno la stessa ansia…io sto valutando molto bene se intraprendere questo sentiero e raccolgo le vostre preziosissime esperienze, quindi grazie per condividerle! Coraggio, se senti che è la cosa giusta per tuo figlio, è già metà dell’opera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...