Giorni Felici

La vera piramide alimentare

Giorno felice #794

Nel programma di quarta elementare c’è anche una parte dedicata all’educazione alimentare e, chiaramente, i libri di testo propongono una bella piramide alimentare, per spiegare ai bambini cosa è giusto mangiare di più e cosa mangiare di meno.

Quando ho visto le piramidi alimentari proposte dai libri mi sono messa le mani ai capelli, perchè propongono esattamente il regime alimentare che, seguendolo per bene, mi ha portata a pesare quasi 140kg. Rispetto poi al regime alimentare che seguo da un anno e mezzo e che mi ha fatto perdere 50 kg, le piramidi alimentari sono praticamente rovesciate.

Proprio la settimana scorsa ho fotografato la piramide alimentare presente sulla confezione di patate fresche, perchè l’ho trovata emblematica.

piramide alimentare errata

Ora, capisco che il signor Antonio Patate Fresche abbia tutto l’interesse a vendere il proprio prodotto e per questo voglia pubblicizzarlo al meglio. Rimane il fatto che trovo questa piramide alimentare non solo ingannevole, ma anche truffaldina.

Come è possibile e soprattutto legale affermare che bisogna mangiare carne poche volte al mese e invece mangiare dolci settimanalmente?

E poi bisogna mangiare più pane, pasta e patate rispetto alla verdura? Sicuri? Non dico per dimagrire, ma proprio per mantenersi in buona salute.

E’ davvero questo che devo insegnare a mio figlio, pur sapendo, per esperienza personale, che è la perfetta piramide alimentare che ti porta ad avere problemi di peso?

Così ho chiesto al coach, se esistesse una corretta piramide alimentare da studiare e lui me l’ha fatta avere.

corretta piramide alimentare

La dieta PEGAN è una via di mezzo tra la dieta PALEO (sì a prodotti di origine animale, no a latticini e formaggi, no a prodotti industriali, no a cereali e legumi) e la dieta VEGAN (no a nessun prodotto di origine animale), per chi se lo stesse chiedendo.

Comunque, verdure a volontà. E siamo tutti d’accordo, giusto?

Grassi salutari e proteine: 3-5 portate di grassi al giorno e 4-6 oncie di proteine per pasto, cioè circa 120-180 grammi. E per grassi si intendono olio extravergine di oliva e frutta secca.

Frutta e verdure amidacee (zucche, patate, ecc.) privilegiando la frutta a basso indice glicemico: una tazza al giorno.

Fagioli, legumi e cereali senza glutine: fino a mezza tazza di cereali senza glutine e mezza tazza di legumi al giorno.

Spezie e erbe in quantità illimitate.

Alcol e dolci: raramente.

Personalmente mi sembra molto più credibile e anche salutare. Che poi è esattamente il mio regime alimentare, tranne per il fatto che evito o limito al massimo tutto quello che è sulla cima della piramide, dalla frutta in su, ma il motivo è che io ho bisogno di perder peso.

La mia alimentazione non è a forma di piramide, ma di tronco di piramide, ora che ci penso!!!

Chi non ha problemi di peso, invece, può permettersi anche un gelato ogni tanto, ma non settimanalmente, come nella piramide delle patate.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensate e come è composta la piramide alimentare della vostra abituale alimentazione.

Annunci

6 thoughts on “La vera piramide alimentare

  1. Io credo ci siano dolci e dolci e momenti della giornata in cui si mangiano.
    Il tutto sta nell’equilibrio e nella varietà…
    Mia nonna mangiando pasta, patate e pane viaggia a vele spiegate verso i 91 anni e non c’è verso di farle capire che, dopo aver mangiato la pasta, se mette una fetta di pane nel sugo, è come mangiare un secondo piatto. E, se di secondo mangia solo patate, fa un bel pranzo a base unicamente di carboidrati.
    Ah, ora finisce i pasti alternando i Dixi alle Pringles, poi il Limoncello.

    1. Bè senti, a 91 anni, se ci arrivo, voglio mangiare come tua nonna!! 🙂
      A parte gli scherzi, io penso che molto dipenda da QUANTO si mangia e anche da QUANDO.
      Ad esempio, il coach mi spiegava che se metti massa grassa nell’infanzia, cioè prima dello sviluppo, quella tenderà a gonfiarsi e sgonfiarsi, ma mai ad eliminarsi del tutto. Se invece ingrassi dopo lo sviluppo, non aumenta il numero di cellule grasse, ma si gonfiano quelle che hai già. Ecco perchè è grave l’obesità infantile, perchè il danno diventa irreparabile.
      Io sono ingrassata ben prima dello sviluppo e ora ne pago le conseguenze. Mia nonna, che come la tua, si cibava prevalentemente di carboidrati, era sempre stata magra (quasi denutrita in tempo di guerra) da bambina e da anziana aveva solo un po’ di pancia gonfia, ma era considerata magrolina. E’ comunque morta a 84 anni per un tumore, pur facendo vita sana, mangiando molte verdure e muovendosi sempre molto a piedi. L’altra nonna, per contro, sempre stata pigra, grassa e golosa di dolci, ad agosto compirà 90 anni.

      Vale comunque la pena insegnare ai bambini il giusto rapporto tra gli alimenti, non credi? Poi se non si hanno particolari disturbi, va bene tutto, altrimenti non si spiegherebbero i magri che mangiano Kinder Bueno e io, obesa, non li ho mai mangiati.

      1. Mia nonna è alta circa 1.60 e pesa una novantina di kg ed io ho preso il fisico da lei (tranne per l’altezza, visto che sono 1.75).
        Sono sempre stata robusta, nonostante a casa mia non si siano mai mangiati dolci (facevo scadere nutella, cioccolato e caramelle fin da bambina) e abbia sempre fatto sport dalle 2 alle 4 volte alla settimana.
        Cultura alimentare sempre e non per fare la modella, ma per stare bene.
        Anche se poi bisogna accettarsi per quel che si è… io so che non avrò mai la pancia piatta e non infilerò mai un paio di pantaloni che saranno meno di una 48 (46 con il digiuno forzato prolungato che è come abbuffarsi).
        Ora alla nonna le facciamo mangiare tutte le patatine che vuole, alla sua età se lo può permettere! Meglio un giorno in meno ma felice che uno in più di privazioni.

  2. Ciao..la prima piramide alimentare è davvero sballata e certo non è la piramide alimentare mediterranea cioè quella che insegnano a scuola…La prima era solo una forma di pubblicità…e come tale va presa…si capisce che non è un buon esempio di alimentazione…
    Per il resto sono daccordo con il commento di Oriana.
    A presto.

  3. ciao … bè io sono vegetariana e la base della mia alimentazione sono frutta-verdure-cereali e legumi. Non mangio carne e pesce da 10 anni, latte e derivati li evito per intolleranza e le uova una volta al mese. Che dire per me non hanno ancora inventato la piramide giusta!
    scherzi a parte non credo che ci sia un unico tipo di alimentazione possibile … in fondo ci siamo adattati a sopravvivere in condizioni estreme quindi siamo dotati di notevole elasticità.
    Per quanto riguarda il fattore calorico non posso certo dire di farmi mancare i carboidrati e sinceramente credo che non sia giusto demonizzarli. Se in una giornata non consumo pane e pasta mi sento svarionare; ovvio ho necessità di frutta e verdura; frullati e macedonie .. della carne davvero non sento il bisogno.

    1. Hai ragione, siamo tutti diversi e per ciascuno di noi le necessità sono diverse.
      Per me, al momento, i carboidrati sono interdetti, tranne una pizza settimanale e un frutto al giorno, ma io sto seguendo un percorso diverso, quindi devo fare qualche sacrificio.
      Ti ringrazio comunque per il tuo commento, sentire punti di vista diversi aiuta sempre ad ampliare i propri orizzonti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...