Giorni Felici

La tentazione di essere felici

Giorno felice #790

Ci sono dei libri che non sono solo libri, ma finestre aperte direttamente sulla tua anima. Sono difficili da incontrare e ancora più difficili da digerire, però quando succede… ecco… diventi la lettrice più fortunata del Mondo, perchè proprio quando stringi tra le mani uno di questi libri all’improvviso ha senso il tuo “leggere tutti quei libri“.

Perchè leggiamo per divertirci, per passare il tempo, per vivere altre vite, per fuggire dalla nostra, ma anche per riflettere e imparare a vivere e, nel caso di La tentazione di essere felice di Lorenzo Marone ti capita di fare tutte queste esperienze in un colpo solo.

Premetto che io poco amo i libri di autori italiani, li trovo spesso dozzinali, superficiali, come se scimmiottassero gli scrittori veri, quelli stranieri per intenderci. Probabilmente ho avuto brutte esperienze, però ho questo baco, che non leggo libri di italiani, o forse preferisco solo i libri di americani o inglesi.

Comunque, de La tentazione di essere felice ha parlato tanto tanto bene La Libridinosa e ne ho sentito parlare proprio da lei la prima volta su Radio Deejay, in diretta con Fabio Volo e subito mi ha incuriosito il titolo, perchè non è proprio la Felicità che cerco di inseguire in questo blog?

Poi ho letto la sua recensione. Poi la recensione di un’altra blogger che si era, anche lei, lasciata consigliare da Laura. Poi l’ho scaricato e ho iniziato a leggerlo e, tutto d’un fiato, l’ho terminato in meno di 24 ore.

La tentazione di essere felici_Cop.indd

Non sono una che fa recensioni di mestiere, ma proverò a dirvi qualcosa del libro.

Io ne avevo bisogno.

Avevo bisogno di conoscere Cesare, che mi ricorda un po’ mio marito quando è burbero e sociopatico, e mi ricorda anche me stessa, quando dice di essere un trasformista che ha bisogno di novità, di emozioni.

Avevo bisogno di una storia che ti sbatte sotto il muso tutti gli errori che facciamo ogni giorno in cui lasciamo che la Vita ci scivoli tra le mani senza avere il coraggio di fermarci a riflettere su quello che vogliamo davvero.

Avevo bisogno di vedere le cose da un altro punto di vista, il punto di vista di chi ormai è giunto alla fine e non deve più preoccuparsi del Futuro, ma solo del presente.

Tantissime sono le frasi che mi hanno colpita come schiaffi in faccia e siccome sono una strana, mi sono ripromessa di comprare il cartaceo, perchè sento il bisogno di sottolinearlo, in modo da poterlo tenere sul comodino e rileggere ogni volta che ne sento il bisogno.

Questo libro è giunto a me nel momento giusto, quello in cui mi faccio molte domande e in cui sento di non avere il coraggio di essere me stessa fino in fondo. Quelle che per me sono frasi significative potrebbero non dire niente a voi, però ve ne riporto una lo stesso.

la tentazione

In realtà gli anni in cui tutti ti invitano a tener duro per costruirti un futuro sono i migliori e non vanno gettati al vento per pensare ai successivi che, in ogni caso, non valgono un decimo di quelli spesi.

Quanta verità c’è in una frase simile?

Quante giornate, quanti mesi, quanti anni sprechiamo nel nome di un fantomatico futuro?

Cesare è un gran bel personaggio, vero e sincero come pochi. Lorenzo Marone è proprio un bel tipo e sapete che vi dico? Che probabilmente leggerò anche il suo prossimo romanzo, La tristezza ha il sonno leggero, che uscirà a Marzo.

Insomma, a me il libro è piaciuto moltissimo e ringrazio La Libridinosa per aver insistito nel consigliarlo con tanta tenacia.

Ora devo solo capire se trovare il coraggio di proseguire con Le regole della casa del sidro o se passare ad altro.

 

Piccolo aggiornamento salute: sto meglio, definitivamente guarita e questa mattina sono tornata in palestra, dove non andavo da venerdì scorso. Tornare in palestra è stato bello, mi sono sentita come a casa ed è una novità, questa, per me. Ho chiesto al coach di pesarmi, perchè… mi vedevo un po’ smunta e sono orgogliosa di annunciare che sono scesa un altro kg.

LilySlim Weight loss tickers

Questo significa che ho perso in totale 49.5 kg e manca mezzo chilo per poter urlare al mondo: “MENO CINQUANTA!”

Continuo a scrivere che l’obiettivo è quello di arrivare ad 80 kg, ma in realtà dentro di me ho già spostato l’asticella a 70kg. Non so se ci arriverò, non è semplice scendere questi ultimi kg, ma sono molto motivata, molto soddisfatta di me stessa e anche molto contenta del mio nuovo aspetto, quindi perchè non continuare a migliorarsi fino in fondo?

Annunci

18 thoughts on “La tentazione di essere felici

  1. Beh, ora mi avete decisamente convinto, leggerò presto anche io la storia di Cesare!!! I libri sono così, spesso ci danno le risposte a quesiti che nemmeno sapevamo di aver posto!!!
    E congratulazioni per il traguardo dei -50 kg, sei fortissima!!!! (>‿◠)✌

  2. Mi incuriosisce molto questo libro. Sono andata a cercare in giro per il web e ho raccolto interessanti recensioni. Grazie!
    PS: complimenti per il tuo grande traguardo. Io sto cercando di perdere peso e dopo i primi ottimi successi ora sono da mesi in stallo…la mia dietologa mi strapazzerà!

    1. Pensa che questa mattina in libreria non l’ho trovato, perchè volevo comprare il cartaceo e costringere il marito a leggerlo 😦
      Online si trova, quindi al prossimo ordine lo inserisco.

      Grazie per i complimenti, mi dispiace che tu sia in stallo, di solito con le dietologhe funziona proprio così: all’inizio si scende, poi ci si blocca. Bisognerebbe capire perchè. Tu non demordere, vai avantie vedrai che otterrai i risultati che ti sei prefissata.

      1. Grazie per lo “sprone”. Ne ho sicuramente molto bisogno. Oggi pomeriggio uscirò prima e andrò a fare Nordic Walking. Non sarebbe il momento più opportuno considerato il caos che abbiamo in azienda, ma io ne sento il bisogno. E’ tutta la settimana che sto seduta, mangio e vado a letto…non si può così. Anche se ho ridotto ancora il cibo, vivendo da amorfa, che risultati posso ottenere. Anche perchè poi sento la necessità del pezzo di cioccolato, la marmellatina della mamma…ogni scusa è buona.

      2. Sai che meno si mangia e peggio è? Perchè il corpo si abitua a consumare sempre meno e quindi si ingrassa per un bicchiere d’acqua. Il segreto è mangiare il giusto e muoversi di più, quindi vai col Nordic Walking!!!!

  3. Leggo i motivi per cui dici che questo libro ti è arrivato al momento giusto, e mi sembra di ritrovarmici! Io sono in un periodo molto in bilico, su praticamente tutti i fronti della mia vita, e credo che forse un libro del genere potrebbe servirmi. Acquisterò l’ebook non appena ne avrò occasione! Grazie per averlo segnalato, e complimenti per i tuoi fantastici traguardi!!

  4. Ecco cosa prenoterò la settimana prossima in biblioteca, ero giusto a corto di titoli, grazie!
    E la frase che hai riportato è assolutamente verissima!
    Buon weekend!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...