Giorni Felici

Il lato bello dell’homeschooling

Giorno felice #788

In questi giorni sono in uno stato di grazia, nei riguardi dell’homeschooling e così ho deciso che dopo avervi descritto un giorno particolarmente difficile, mi sembra giusto parlarvi anche dei giorni si, quelli in cui tutto funziona meglio delle mie più rosee aspettative.

Ho trovato un sito sul quale è possibile sfogliare tantissimi libri di testo online. In questo modo non solo ho una guida argomento per argomento, ma riesco anche a capire se l’approfondimento del singolo argomento è sufficiente o meno alla preparazione del bambino.

Grazie al confronto con i libri di testo ho scoperto l’aspetto secondo me più bello in assoluto dell’educazione parentale: la multidisciplina.

Esempio.

geografia

Stiamo studiando le regioni italiane (anche se sono programma di quinta). Abbiamo iniziato a studiare il Lazio. Sui libri di testo funziona così:

  • territorio (superficie e confini)
  • conformazione fisica (fiumi, laghi, montagne)
  • ambiente e clima
  • attività (agricoltura, industria, terziario)
  • città (capoluogo di regione e provincie)
  • breve cenno di storia della regione

Stop.

Noi invece facciamo così.

Partiamo dalle stesse cose, ci piace sapere quanto è grande il territorio e lo confrontiamo con l’Abruzzo, la nostra regione. Parliamo dell’Agro Pontino e andiamo a vedere le foto su Google; parliamo delle spiagge rocciose del Circeo e andiamo a vederle. Con Google Map cerchiamo la distanza tra Roma e le diverse province e tra Roma e casa nostra.

Studiamo i confini e impariamo anche i nomi delle regioni circostanti.

Studiamo le montagne, i laghi, i fiumi e li confrontiamo con le più grandi d’Italia. Andiamo a vedere dove si va a sciare nel Lazio e guardiamo le foto del Terminillo. E scopriamo che le montagne laziali sono molto simili alle montagne abruzzesi, perchè sono le stesse, sempre di Appennino si tratta.

Impariamo i nomi dei capoluoghi di Provincia e scopriamo che Latina è uno dei comuni più giovani d’Italia e andiamo a vedere la classifica per scoprire che alcune città sono nate nel 2011. Latina all’inizio si chiamava Littoria ed è stata fondata in piena epoca fascista così siamo andati a vedere cos’è un fascio littorio.

Passiamo ai fiumi e studiamo il Tevere. Scopriamo che nasce in Emilia Romagna, attraversa Umbria e Lazio e sfocia nel Tirreno e lo confrontiamo con Il Po e l’Adige, rispettivamente al primo e al secondo posto della classifica dei fiumi più lunghi d’Italia.

Lui chiede: “Qual’è il fiume più lungo d’Europa?” e scopriamo che si tratta del Volga e che al secondo posto c’è il Danubio e a luglio lo vedremo quando andremo a Vienna. Allora ci mettiamo a calcolare quante volte il Danubio è più lungo rispetto al Tevere.

La domanda nasce spuntanea: “Qual’è il fiume più lungo del Mondo?” e voliamo in Amazzonia, spulciamo le foto del Rio delle Amazzoni e scopriamo che è il bacino idrogeologico più grande del Mondo (e la sera a L’eredità fanno proprio questa domanda e Massimo urla la risposta orgoglioso di se).

rio delle amazzoni

Torniamo nel Lazio e scopriamo che l’attività principale è il settore terziario, per via degli uffici amministrativi statali che ci sono a Roma. Così andiamo a vedere i palazzi di governo, partendo dal Quirinale (e se ora trasmettono l’immagine in tv, lui salta sulla sedia e urla “Il palazzo del presidente della Repubblica! Se c’è la bandiera dell’Italia significa che il Presidente è in casa.“), e poi voleva vedere quella “stanza rossa con tutte sedie di legno dove stanno sempre i politici in tv” e andiamo a vedere Palazzo Chigi e Palazzo Madama, sia gli esterni che gli interni.

quirinale

Finiamo col parlare anche delle Ambasciate e lui non sapeva cosa fossero, quindi ci siamo messi li a cercare di capire come funzionano, come sono e dove si trovano.

Poi abbiamo parlato del turismo e, per farlo, abbiamo dovuto capire un pochino la storia della regione e, in particolare, la storia di Roma. Partendo dalla sua fondazione. Per farlo abbiamo trovato un video su Youtube che raccontava in maniera semplice e rapida la leggenda di Romolo e Remo e scopriamo che tutto nasce da Enea, che fuggì da Troia in fiamme e abbiamo studiato la guerra di Troia proprio la settimana scorsa.

Fantastico. Entusiasmo a mille.

Abbiamo poi parlato dell’Impero Romano, di come gli imperatori si succedessero e di come ciascuno di loro si sentisse in dovere di lasciare un segno tangibile della propria grandezza costruendo il proprio foro, oppure templi, oppure un arco di trionfo. Oppure il Colosseo.

colosseo

Cos’è il Colosseo?” Andiamo a vederlo su Street View, così possiamo girarci intorno dopo aver percorso via dei Fori Imperiali. E scopriamo chi lo ha commissionato, quanti anni hanno impiegato per costruirlo e lui chiede “Ma cosa ci facevano dentro?” e dire “ci combattevano i gladiatori” non è sufficiente, perchè lui non sa chi sono i gladiatori e non sa che prima per divertirsi bastava mettere in una arena degli uomini e aspettare che ne rimanesse vivo solo uno.

Allora siamo andati su Youtube e abbiamo visto la scena de Il gladiatore in cui si combatte proprio dentro il Colosseo e lui è rimasto a bocca aperta e ha decretato “Voglio entrare dentro il Colosseo. Quando andiamo a Roma?

gladiatori

E poi abbiamo parlato dell’espansione dell’Impero Romano e siamo andati a guardarci le mappe e in confronto i Fenici o i Cretesi sono davvero poca cosa. Orgoglio Latino.

E poi abbiamo parlato dei Cristiani, che sono arrivati a Roma e piano piano hanno rimpiazzato gli Dei pagani degli antichi romani con il Dio che conosciamo noi. E allora inizia la successione dei Papi e ogni Papa, proprio come gli Imperatori, voleva lasciare qualcosa di grande e costruivano Chiese e le facevano costruire ai più grandi artisti (architetti, scultori, pittori ecc.) e per questo a Roma ci sono 900 chiese, NOVECENTO.

Wow mamma, 900 chiese! E quali sono le pù grandi?

E iniziamo il tour delle quattro Basiliche e finiamo col parlare del cupolone di San Pietro e delle sue dimensioni e della pietà di Michelangelo e della Cappella Sistina e del Giudizio Universale.

giudizio

Cosa significa Giudizio Universale?

E allora andiamo a leggerci quasi la Bibbia, partendo dal peccato originale per finire col Giudizio Universale e il ritorno all’Eden.

Ma Michelangelo era di Roma?

No, ma andiamo a vedere dove si trova il paesino toscano in cui nacque e vediamo quanto è distante da Firenze. E poi andiamo a vedere com’è fatto il Giudizio Universale, guardiamo le bozze di Michelangelo e cerchiamo di capire come sia stato lavorare li per 6 anni. E poi andiamo a vedere il David di Michelangelo e ci stupiamo della sua bellezza e perfezione e rimaniamo a bocca aperta al pensiero che è pietra e che una persona sia riuscito, con martello e scalpello, a tirarne fuori un uomo che sembra stia per muoversi da un momento all’altro.

Torniamo a parlare della Regione Lazio e scopriamo che a Roma c’è Cinecittà e Massimo non ha idea di cosa siano degli studios cinematografici così cerchiamo foto, immagini dei capannoni e delle scenografie che vi sono state ricostruite.

Passiamo poi a parlare dell’agricoltura e quindi dei prodotti tipici laziali. Cosa si mangia nel Lazio? Cosa sono i saltimbocca alla romana? E la pajata? E gli gnocchi alla romana sono davvero tanto diversi da quelli ai quali siamo abituati noi. E dobbiamo leggere assolutamente la differenza tra i bucatini all’amatriciana e la carbonara. Così decidiamo cosa dobbiamo assolutamente assaggiare quando andremo a Roma.

saltimbocca-alla-romana_3

Infine andiamo a cercare dei personaggi illustri nati nel Lazio e conosciamo Trilussa e andiamo a leggere alcune sue poesie, tra le quali la Ninna Nanna della guerra , che avevamo già letto in occasione della Giornata della Memoria. E Massimo si ricordava della poesia.

ninna

E poi parliamo di Enrico Fermi e chi è e cosa ha fatto. E scopriamo che ha vinto un premio Nobel per la Fisica e Massimo chiede: “Cos’è un premio Nobel?” e finiamo per parlare di Nobel, che inventò la dinamite (e lui pensa alla TNT di Minecraft) e ai premi che ogni anno vengono dati ai personaggi che hanno fatto in qualche modo la differenza nei diversi campi del sapere. Così andiamo a vedere quali e quanti sono i Nobel italiani e finiamo con il parlare di Rita Levi di Montalcini e anche di Carducci, che noi abitiamo in una delle tante Via Carducci d’Italia.

tnt

Ecco fatto.

Abbiamo studiato la Regione Lazio, ma anche tante altre cose che nel programma ministeriale non sono collegate alla Geografia nè sono previste in quarta o in quinta elementare.

Ci siamo divertiti, abbiamo imparato tante cose, abbiamo saziato le diverse curiosità di Massimo che non si è annoiato, che era un vulcano di domande e che assorbiva informazioni come e più di una spugna.

Mattinate così sono un balsamo per la mia anima, un piacere da vivere minuto per minuto e la conferma che questa scelta, per quanto spesso dura e difficile, sia davvero la migliore che potessimo prendere per nostro figlio.

 

(foto dal web)

Annunci

7 thoughts on “Il lato bello dell’homeschooling

    1. Grazie.
      Anche io avrei voluto che la mattinata non finisse mai per continuare ad imparare nuove cose.
      Purtroppo non sempre è così.
      Con altre materie c’è qualche difficoltà in più, ad esempio la grammatica non è divertentissima, ma cerchiamo di lavorarci su poco, ma spesso, in modo da non annoiarci e riuscire, allo stesso tempo, a fare tutto.
      Massimo non sempre è così collaborativo, ma queste mattinate ricche di emozioni piacciono tanto anche a lui e lo portano ad affrontare meglio anche le altre materie.

      1. Beh, immagino che non possa essere sempre tutto rose e fiori, però sicuramente mattinate come queste mettono la carica! Sono sicura che con calma troverete il modo di rendere divertente anche la grammatica 🙂

  1. bello! tutti questi collegamenti la scuola pubblica difficilmente li farà….o per lo meno
    magari da parte di alcune maestre la volontà ci sarebbe, eh, ma mancano sicuramente gli strumenti, il tempo e l’organizzazione per attuare il tutto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...