Giorni Felici

Leggere Harry Potter a mia figlia

Giorno felice #784

Ho letto Harry Potter e la Pietra Filosofale forse qualcosa come 7 volte, tra le versioni in italiano, in inglese e, ora quella illustrata. A volte sento il bisogno di rileggere tutta la saga e inizio sempre dal primo libro, perchè è forse il più magico, quello che introduce la storia e anche quello nel quale puoi apprezzare, col senno di poi, i tanti indizi che si svilupperanno nei libri successivi.

Questa volta, però, la rilettura è stata particolarmente lunga ed emozionante, perchè ho letto il libro ad alta voce a mia figlia Emma, di 6 anni, che ha ricevuto in regalo da Babbo Natale la versione illustrata del primo capitolo della saga di Harry.

Harry Potter edizione illustrata

Lei, in realtà, aveva chiesto la bacchetta magica (che ha ricevuto) e un libro di magie. Lei si aspettava un libro come quelli che Harry aveva ad Hogwarts ed è all’inizio rimasta un po’ delusa dal libro ricevuto. Le ho poi spiegato che la vera magia era proprio li, nella storia del mago più famoso al mondo, che lei adora.

Non credo nel tipo di magia di cui parlano i miei libri. ma credo che accada qualcosa di magico quando leggi un buon libro.

J.K. Rowling

Così l’ho convinta e abbiamo iniziato a leggere insieme, cioè io leggevo e lei ascoltava. Leggere ad alta voce è stancante, ma anche emozionante. La storia la conoscevamo tutte e due, ma non abbiamo potuto fare a meno di emozionarci.

Per me, il momento in cui Harry entra per la prima volta a Diagon Alley e il momento in cui attraversa la barriera 9 e 3/4 e vede l’Hogwarts Express sono tra i più emozionanti sia del libro che del film. Sono i momenti in cui scopre che è tutto vero, che c’è un altro Mondo che non conosceva e al quale appartiene più di quello in cui è vissuto per 10 anni.

Ho sempre il groppo in gola quando leggo quelle pagine e leggere ad alta voce non aiuta.

Harry Potter edizione illustrata

Emma, dal canto suo, era più che emozionata, curiosa. Chiedeva mille cose, anche in funzione di quello che sapeva sarebbe successo poi, anche negli altri libri. Lei ha visto più volte tutti i film e quindi sa come va a finire. Rimane però una bambina di 6 anni e certi passaggi le restano difficili. La questione della Profezia le resta particolarmente ostica da capire e durante la lettura continuava a chiedermi perchè Voldemort volesse uccidere proprio Harry. Le ho spiegato del nato alla fine di luglio che sarebbe diventato l’unico in grado di distruggere Voldemort e questo ha aperto con lei una disquisizione sulla sua data di nascita, perchè Emma è nata il 24 luglio, solo una settimana prima di Harry Potter e questo la esalta, come se, solo per un soffio, non fosse potuto toccare a lei.

Che poi un giorno si è arrabbiata moltissimo, proprio a causa della bacchetta che le ha portato Babbo Natale (per inciso, è la riproduzione della bellissima bacchetta di Hermione).

Avevamo appena finito di vedere un cartone animato che era terminato con la domanda “Tu ci credi alla magia?” e allora l’ho chiesto a Emma.

Io: “Emma, tu ci credi alla magia?
Emma: “NO!” con rabbia e voce tremula.
Io: “Io si, ci credo. Anche se sono una Babbana.
Emma: “Che ti pensi! Io volevo essere una strega, MA SICCOME SONO UNA BABBANA, allora NON CI CREDO!”

Insomma, ha la bacchetta, ma non riesce a fare magie. Le ho spiegato che la magia si manifesta anche più tardi, che a Neville è comparsa verso i 9 anni e che lei ne ha solo 6, ma niente, lei mi ripete che almeno qualche scintilla avrebbe dovuto farla, la bacchetta.

Harry Potter edizione illustrata

Una delle parti che preferisco è quando Silente spiega le cose ad Harry, perchè si capisce molto della storia, perchè Silente regala delle grandi perle di saggezza. Ma questo mia figlia non l’ha mica capito. A lei piaceva di più la lezione di Incantesimi, dove le spiegavano come eseguire il perfetto movimento con la bacchetta.

La versione illustrata è molto bella, le immagini sono magiche, ogni volta che si gira pagina si scopre qualcosa di nuovo e unico, qualcosa che è un po’ simile ai film e un po’ simile a quello che la nostra fantasia immagina mentre leggiamo. Pare che ci saranno presto anche gli altri volumi in edizione illustrata e Emma ha già detto che chiederà La camera dei segreti a Babbo Natale l’anno prossimo, quindi, per me, è stato un successo.

Voto: 10+

Ora ho iniziato a leggere Le regole della casa del sidro, di John Irving, molto affascinante, anche se la versione digitale è piena di spazi e a capo messi a casaccio. Con la fine della lettura di Harry Potter ho diritto a lanciare i dadi per la sfida Bookopoly, quindi staremo a vedere cosa mi capiterà di leggere poi. Intanto mi godo questo libro dal sapore antico.

Annunci

6 thoughts on “Leggere Harry Potter a mia figlia

  1. Colpa mia per la versione digitale 😦 Comunque volevo dirti che ho finalmente finito di leggere Và, metti una sentinella e…è un ni! Poi mi dirai cosa ne pensi tu!
    La versione illustrata di Harry Potter è proprio una magia!!

    1. Non preoccuparti per la versione digitale, mi adatto facilmente e il libro scorre così bene che finisci per non farci caso.
      Per Va… metti una sentinella… confermi quelli che sono i miei sospetti: temo una grande delusione. Vedremo quando riuscirò a leggerlo, comunque ti farò sapere.

  2. tua figlia è buffissima, super convinta!
    io ho iniziato e sto portando avanti con voracità “La vera storia di Harry Quebert” di Joel Dicker, derivavo da una serie di delusioni libresche e questo mi sta piacendo a mille!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...