Desideri ed opinioni

Giorno felice #781

Questa mattina a Il volo del mattino, che seguo quando torno a casa dopo la palestra, era ospite Igor Sibaldi, di cui non avevo mai sentito parlare prima.

Si parlava di Desideri, di come siano lo strumento più potente in nostro possesso per conoscerci a fondo ed essere noi stessi.

Sibaldi diceva che avere desideri è sano e ci aiuta a tenerci in contatto con il nostro vero Io, ma anche che viviamo in una società in cui desiderare qualcosa è considerato sbagliato. Desidera qualcosa chi non è soddisfatto della propria vita, desidera qualcosa chi non è capace di accontentarsi di quello che si ha.

desiderio

E’ illuminante.

Quante volte mi sono sentita in colpa per il semplice fatto di desiderare qualcosa di diverso, qualcosa di più?

Vi è mai capitato?

Desiderare qualcosa di più ti può far sentire un escluso, perchè non ti accontenti di quello che hanno/fanno tutti gli altri e loro, per questo, ti additano come diverso.

Sibaldi diceva che uscire dal gregge per inseguire un Desiderio ti rende un individualista, una persona capace di pensare fuori dal coro, di desiderare cose diverse, e per questo c’è bisogno di essere molto forti, perchè solo una persona forte può sopportare di non far parte del gregge.

Questo mi ha fatto riflettere sulla nostra scelta di fare Homeschooling. Io ho desiderato fortemente questa esperienza e in effetti, facendola, siamo usciti dal gregge, volontariamente. Le persone ci vedono in maniera diversa, si sentono anche un po’ minacciate dalla nostra scelta, come se noi fossimo estremamente presuntuosi, come se il nostro modo di imparare dovesse necessariamente mettersi in competizione con il loro. Mi accorgo che ci sono mamme che ora hanno paura a chiedermi “Come va?” perchè hanno paura di sentirsi rispondere un “Bene” che minerebbe le loro certezze. Quelle poche che chiedono, dopo il mio “Bene” cambiano subito argomento, preferiscono quasi non sapere cosa stiamo studiando, cosa facciamo, come lo facciamo. E io non insisto, perchè non ho scelto questa strada per dimostrare qualcosa agli altri, ma solo per dare a mio figlio una possibilità in più.

Rimane il fatto che siamo isolati, non facciamo più parte del grande gregge degli scolarizzati e non abbiamo una rete di amicizie di homeschoolers vicini da frequentare con regolarità.

Non importa, Massimo frequenta i suoi coetanei tutti i pomeriggi, tra la pallamano, il tiro con l’arco, le lezioni di inglese e le partite al campetto vicino casa, quindi non ne sente la mancanza.

E io… io non ho amici da tanto tempo, e trovo conforto nella palestra, nei libri, nel marito, in me stessa. E va bene così.

Una frase, invece, mi ha fatto riflettere sull’educazione che diamo ai nostri figli.

secondo-te

Non voglio condizionare i miei figli, vorrei che imparassero ad usare la loro testa per farsi una idea del mondo e di loro stessi, ma la verità è che non chiedo mai loro: “Secondo te?” e invece devo farlo.

  • Primo perchè in questo modo capiranno subito che sono interessata alle loro opinioni.
  • Secondo perchè saranno stimolati a farsela, una opinione, e ad esprimerla.
  • Terzo perchè le loro opinioni sono sempre interessanti e mai banali e mi aiutano sempre a capire qualcosa di più di come sono fatti.

Quindi, buoni propositi per il 2016: chiedere sempre ai miei figli “Secondo te?” alla fine di ogni frase.

PS: Oggi Massimo mi ha detto cosa farà sua sorella da grande: “Secondo me Emma da grande andrà in galera!

Annunci

8 commenti

  1. Magari prossimamente sceglierai anche di leggere uno dei libri di Sibaldi. Uomo estremamente affascinante sotto molti punti di vista… ho avuto la fortuna di incontrarlo e di strappargli una dedica su uno dei suoi libri… decisamente fuori dal coro… trovi anche diversi suoi seminari online…
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...