Giorni Felici

Il cartello di Don Winslow

Giorno felice #778

Ho appena terminato la lettura de Il cartello di Don Winslow e non so come raccontare le mie emozioni e sensazioni.

il cartello

Terribile.

Crudo.

Cattivo.

Umano.

Intenso.

La storia è nota. Si tratta della guerra al narcotraffico messicano portato avanti da Art Keller, un americano che ce la mette tutta per fare la cosa giusta, ma che alla fine si rende conto che non esiste la cosa giusta in senso assoluto, in questo tipo di guerra, ma forse in tutte le guerre è così. E alla fine i buoni non sono mai davvero buoni e i cattivi non sono mai solo cattivi. Tranne Quaranta e Ochoa, perchè loro sono davvero cattivi, e della peggior specie.

LosZetasMexico

E poi c’è Adan Barrera, el patron, il Re del narcotraffico, il nemico giurato di Art Keller. A me Barrera piace, è un signore, è intelligente, nella sua fredda spietatezza mantiene quel minimo di umanità che ti fa fare il tifo un po’ anche per lui.

L’eroe e l’anti-eroe. E alla fine vuoi bene a tutti e due.

Adoro il modo di scrivere di Don Winslow, è avvincente, preciso, affascinante. Delinea i personaggi in maniera così convincente che alla fine finisci per affezionarti a tutti, anche a quelli più sconvolgenti.

Ho trovato Il cartello, rispetto a Il potere del cane, più atroce. Ad un certo punto il romanzo diventa quasi esclusivamente un elenco di morti ammazzati, 10, 100, 1000, 10000. Perdi il conto e non capisci chi sta vincendo, ma sai benissimo chi sta perdendo. Il Messico perde. L’umanità intera perde.

narcomessico

Alla fine, nonostante tutto, l’umanità cerca un riscatto, per quanto flebile e difficile e questo è bello, almeno per me.

Ora sento di dovermi riprendere, devo digerire il libro, devo dire addio ad Art e ad Adan. Vi capita mai di finire un libro e sentire di non aver ancora chiuso con lui? So che questa sera, prima di addormentarmi, penserò ad Adan Barrera, a Killer Keller ma soprattutto a Chuy, il personaggio che mi ha sconvolto più di tutti.

Mi prendo la serata per digerire Il cartello, poi domani inizio un nuovo libro, perchè ho delle sfide da portare avanti.

Vorrei leggere qualcosa di completamente diverso, ma non troppo sdolcinato, perchè ho ancora davanti agli occhi le atrocità lette oggi. Probabilmente leggerò il primo capitolo della saga Shadowhunters, Città di Ossa di Cassandra Clare, che mi vale sia per la sfida di Le parole segrete, che mi chiede di leggere a Gennaio il primo libro di una nuova saga, sia per la sfida delle Lettrici geograficamente sparpagliate, che mi chiedono di leggere un esordio letterario.

shadowshunters

Voi lo avete letto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...