Giorno felice #742

Il nostro progetto di Homeschooling, appena iniziato, prevede che una buona parte delle ore a nostra disposizione venga spesa nella lettura di libri per ragazzi.

Io amo leggere da quando avevo 10 anni e per me è importante trasmettere questa passione ai figli, non come un padre calciatore trasmette la passione per la propria squadra del cuore al figlio, non per vantarmene con gli amici, non per soddisfare la voglia di avere figli che siano la copia carbone di me stessa. No.

Trasmettere ai miei figli la passione per la lettura è, per me, un regalo inestimabile. Il regalo della libertà di pensiero. Perchè leggere rende liberi. Leggere mi ha insegnato a pensare, a capire che esistono tanti punti di vista diversi, tutti portatori di una qualche verità, leggere mi ha insegnato a farmi una idea tutta mia, a ragionare sulle cose e a trarre le mie conclusioni. Leggere mi ha anche insegnato a conoscermi meglio, ad accettare i miei difetti, ma anche a non disprezzare i miei pregi.

Leggere è fondamentale, per me. E riuscire a far appassionare alla lettura i miei figli è forse la missione più grande che ho, nella Vita. Perchè non importa cosa vogliano leggere, basta che iniziano a provarci gusto e il gioco è fatto.

Se riesci a far innamorare i bambini di un libro, o due, o tre, cominceranno a pensare che leggere è un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno dei lettori. E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi della nostra vita.

Roald Dahl

Tornando a Massimo e all’homeschooling, noi approfittiamo del mio impegno in palestra per farlo leggere. Io esco mentre lui dorme ancora, la mattina presto, e non torno mai prima delle 9.30. Fino a quell’ora lui deve leggere, quello che vuole. Abbiamo iniziato a leggere i Classicini, edizioni rivedute e corrette dei classici, ma abbiamo divorato Il giro del mondo in 80 giorniSherlock Holmes e il mastino dei Baskerville troppo in fretta e allora siamo passati alla edizione integrale de L’isola del tesoro, che non avevo mai letto.

isola-del-tesoro

Bellissimo.

E’ avvincente, pieno di valori come il coraggio, la lealtà, l’onore. E più lo leggiamo più mi rendo conto che tutto il mondo dei pirati come noi lo conosciamo nel nostro immaginario collettivo viene dal libro di Stevenson, a partire dal gergo piratesco per finire col pappagallo sulla spalla del pirata con una gamba di legno. Magistrale.

Certo, è un libro scritto nel 1883 e quindi il linguaggio non è semplice, soprattutto per Massimo. Per questo preferisce che sia io a leggerglielo e quando lo faccio mi interrompe spesso per conoscere il significato di alcuni termini poco comuni. Rimane il fatto che ci siamo appassionati tutti e due e che non vediamo l’ora di leggere gli ultimi due capitoli che mancano e scoprire come va a finire.

Questa mattina, di ritorno dalla palestra, mi sono fermata nel negozio di usato per bambini dove abbiamo portato a vendere tutta la collana dei Diari di una schiappa che Massimo ha divorato la scorsa primavera. Sono stati tutti venduti e a noi sono toccati ben 34€. Con quella cifra ho deciso di prendere 4 libri usati, per un totale di 14€ e la restante parte in contanti.

Ho preso questi libri:

  • Favole al telefono di Rodari
  • Il GGG di Roald Dahl
  • L’anello di luce di Geronimo Stilton
  • Il misterioso manoscritto di Nostratopus di Geronimo Stilton

libri ragazzi

Ecco quindi i libri che abbiamo, pronti per essere letti. A parte Rodari, che vorrei leggere un po’ alla volta insieme a lui, gli altri li può leggere da solo, perchè sono semplici. Massimo ha molto apprezzato il regalo, ha già annunciato che Nostratopus lo leggerà in un solo giorno e non vede l’ora di iniziare Il viaggio di Ulisse, che ho comprato la settimana scorsa in libreria. E da Amazon stanno per arrivare altri due libri carini, uno è Storie del terrore da un minuto, che leggeremo nel periodo di Halloween approfittandone per parlare del genere horror, e Le civiltà dei fiumi e del mare che parla di mitologia e che leggeremo quando studieremo la Grecia Antica.

Insomma, abbiamo fatto una discreta scorta e non ci annoieremo di certo.

A proposito di libri, ma voi lo sapevate che è uscito un altro romanzo di Stephen King? Si chiama Chi perde paga ed è uscito, nel più totale silenzio, il 22 settembre scorso.

chiperdepagacover

Seguo diversi book blogs e nessuno ha nominato questo libro, quindi sono rimasta a bocca aperta quando ho visto la pubblicità in libreria. Ovviamente devo assolutamente leggerlo, la trama promette bene, ricorda un po’ Misery non deve morire e pare sia il secondo volume della Trilogia iniziata con Mr. Mercedes. Come potrei lasciarlo perdere?

Voi ne sapete qualcosa?

Prima dovrei finire di leggere I ragazzi Burgess, ho superato il 60% del libro ma è diventato così triste, avvilente, con personaggi così rassegnati e passivi che mi scopro a non aver voglia di accendere il Kindle e questo mi dispiace. Che faccio? Mi forzo e lo finisco, oppure lo abbandono? Odio abbandonare i libri, ma odio anche forzarmi a leggere qualcosa che mi sta deludendo. Che poi il libro è anche scritto bene, interessante, molto attuale, ma forse questa rassegnazione di fondo non si sposa bene col mio stato d’animo attuale.

Vi saluto con una foto di Massimo che si impegna nella composizione del nostro lapbook di Geografia dedicato al Clima Tropicale, che abbiamo realizzato come ripasso.

lapbook clima tropicale

Annunci

12 commenti

  1. 15 uomini….sulla cassa del morto 😀
    meravigliosa l’Isola del Tesoro, e sempre avvincente, come pure secondo me tutti i Salgari!
    del libro nuovo di King ne ho letto direi da Iris e Periplo, ma devo rispettare i miei propositi e aspetto con mooooolta calma l’arrivo in biblioteca, tanto nel frattempo ho un mare di titoli in lista, anche se mi stuzzica molto sapere che fa parte della trilogia di Mr. Mercedes, che guardacaso ho appena finito……arf…..devo resistere! (o chiederlo alle mie amiche per il mio compleanno, che è fra 11 giorni 😀 )
    fra i libri della foto è bellissimo anche Viaggio al centro della Terra!
    mio figlio gli Stilton se li è tutti divorati in poco tempo, sia i rilegati che i piccolini….ne ho uno scatolone pieno, se solo fossimo più vicine…….mi raccomando se prevedi di passare dalle parti di Bologna fammelo sapere che te li impacchetto all’istante!!!!
    anche a me è capitato di trovarmi a metà di un libro e di non avere più voglia di proseguire, o perchè mi intristiva, o perchè non mi piaceva più (pure uno che sto leggendo adesso e sul quale avevo grandi aspettative mi ha un po’ delusa….e sono esattamente a metà), e serenamente l’ho mollato! continuare mi sembrava una perdita di tempo…..nelle relazioni umane è più difficile riuscire ad avere questi comportamenti decisi, ma con un libro la soddisfazione ce la possiamo assolutamente togliere!

    • Leggere, leggere, leggere!!!!! E siccome la lettura deve assolutamente essere un piacere io passerei subito al Re!!!! (Adoro King). L’altro libro potrai sempre riprenderlo e magari in momenti diversi e con stati d’animo diversi li troverai meno ‘pesante’ 🙂

    • Alla fine, invece, sto continuando a leggerli, I ragazzi Burgess, perchè la verità è che quando accendo il libro, mi sembra di non averlo spento mai. Non è il massimo, ma credo proprio che lo finirò (sono arrivata all’80%).
      Grazie per l’offerta dei libri di Stilton, dovessi capitare ne approfitterei volentieri. Noi però stiamo trovando conveniente l’idea di vendere i libri letti e di acquistarne di usati, per lo più non sono libri che vale la pena conservare, credo.

  2. Io amo leggere e ho cercato di trasmettere la mia passione ai figli, ma col primo non ci sono riuscita, col secondo forse si, vedremo.
    Io a volte mi costringo a finire libri che non mi entusiasmano per capire dove vanno a parare, ma che fatica.
    E’ bello ciò che stai insegnado a tuo figlio

    • Anche io mi costringo spesso a terminare i libri, anche quelli meno entusiasmanti, perchè molte volte ho apprezzato un libro proprio giunta alla fine. E poi ho rimorsi, come per Delitto e Castigo, che ho abbandonato questa estate e che non credo che terminerò mai. Perchè poi, passato troppo tempo, perdi il filo del discorso e ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...