Giorni Felici

Giorno felice #601

Giornata no, ma vale la pena parlarne.

In palestra ho ceduto psicologicamente e c’è mancato poco che scoppiassi a piangere durante l’allenamento.

disperazione in palestra

Il problema è questo tipo di allenamento, non so perchè, ma mi distrugge. So che è molto duro, ma anche gli altri lo erano e soprattutto lo era quello precedente a questo, in cui facevo esercizi doppi per ogni fascia muscolare, per un totale di 8 esercizi a circuito. Qui ne faccio solo 4, di esercizi, ma tutti sullo stesso gruppo muscolare.

Un giorno glutei e petto, un altro quadricipiti e dorso. E basta.

Non so perchè, ma questo allenamento mi assorbe tutti i pensieri. Questa notte ad esempio non ho dormito quasi per niente, ero preoccupata per l’allenamento di oggi, continuavo a visualizzare in loop gli esercizi che avrei dovuto fare oggi, ancora e ancora, fino ad addormentarmi, per poi svegliarmi di soprassalto per un tuono e poi di nuovo l’allenamento a ripetizione.

Non è normale, anche il coach lo ha detto.

L’ho visto parecchio turbato da questa cosa, si è accorto della mia difficoltà nel trattenere le lacrime, mi ha incoraggiata e soprattutto mi ha rassicurata dicendomi che da lunedì cambieremo allenamento. So che sarà ugualmente dura, ma forse invece di deprimermi e ossessionarmi, mi darà carica.

Ha detto che non va bene se l’allenamento mi stressa fino a questo punto. Ma, ripeto, non capisco perchè è successa questa cosa con questo allenamento, durato solo due settimane. Tutti gli allenamenti sono difficili, ma per lo più mi gaso e mi sento molto soddisfatta. Con quest’ultimo mi abbatto, mi sento una nullità, mi deprimo e ci perdo il sonno.

Sono certa che lui troverà il modo di ridarmi la carica, quindi attendo con fiducia l’allenamento di lunedì, per levarmi dalla testa questa sensazione di sconfitta.

 

Le mie letture procedono rapidamente, ho bisogno di terminare la serie de L’amica geniale di Elena Ferrante e proprio oggi ho terminato il secondo libro, Storia del cambio di cognome, e ho iniziato il terzo capitolo, Storia di chi fugge e di chi resta.

storia di chi fugge e di chi restaOddio, un po’ l’entusiasmo del primo libro è scemato, ma continuo a leggere per dovere di cronaca. Devo sapere cosa ne sarà delle protagoniste, soprattutto perchè il primo libro si apre con la scomparsa di una delle due, ormai anziana, e col figlio preoccupato che si rivolge all’amica di sempre della madre scomparsa. E ancora non so cosa è successo.

A volte penso che questo in origine dovesse essere un unico volume, che poi è stato suddiviso in 4 per motivi commerciali. Quindi non c’è nessuna fine ad ogni libro e nessun inizio in quello successivo. Irritante, almeno per me. Però la scrittura è scorrevole e la curiosità tanta. Vado avanti, ma con un po’ meno di entusiasmo, ecco tutto.

Posso utilizzare questi titoli per portare avanti le mie sfide, ma un po’ ne sono infastidita, perchè avrei preferito leggere anche altre cose. Lo farò, chiaramente una lettura non ne esclude un’altra, ma avrei voluto farlo prima.

 

Annunci

7 thoughts on “Giorno felice #601

  1. ti confesso che sono preoccupato anch’io: dimagrire va bene ma non a scapito del proprio benessere psicologico! Spero che tutto vada per il meglio

    1. Tu devi essere un tipo che si preoccupa molto 😉
      Ti ringrazio per l’interessamento, già oggi va molto meglio, forse solo perchè so che lunedì non farò lo stesso allenamento. E so anche che il coach si darà da fare per farmi fare un allenamento divertente, di quelli che mi gasano.
      E’ una strana alchimia: gli esercizi sono sempre gli stessi, ma combinati tra loro danno effetti molto diversi, a livello fisico, ma anche di umore.
      E poi non si può essere carichi al 100% 365 giorni su 365, a volte i giorni down esistono, non fosse altro che per farti apprezzare di più quelli belli.

      1. Ti confesso che per mia curiosità frequento siti e blog che parlano della discriminazione sociale verso le persone obese e di body image, nonostante io abbia sempre un occhio critico come ce l’ho su tutto, leggere storie (nei commenti ai post di questo blog) di gente che dopo aver cercato di dimagrire in tutti i modi (così raccontano) non ce l’ha fatta ed è stata malissimo per questo, mi sta colpendo molto, se manifesto preoccupazione quando leggo i tuoi momenti di sconforto (che mi rendo conto, sono normali) è anche per questo.
        Poi per fortuna c’è pure chi ce la fa come Francesca Sanzo che nel suo blog Panzallaria racconta il suo percorso di dimagrimento con un buon esito.

      2. Io cerco proprio di evitarli quei siti e quei blog, primo perchè la cattiveria delle persone è senza fine e ferisce anche se non sono persone conosciute, semplicemente perchè le loro parole sono come sale su una ferita da sempre aperta.
        Secondo perchè preferisco concentrarmi su storie di successo che su quelle di insuccesso, per trarne energia e per non disperdere quella che ho di mio.
        So benissimo che il fallimento esiste, ne ho già affrontati diversi, nella vita. Faccio diete da quando ho 12 anni e ogni volta ho perso peso per poi riprenderlo. L’ultima volta, poi, avevo perso 35kg e sono riuscita a riprenderli tutti con qualche interesse.
        Il fallimento è una opzione che conosco bene, ma che scelgo di non considerare, perchè quando hai un obiettivo devi tenere gli occhi puntati su quello.
        E’ come chi si sposa e pensa già al divorzio. Ogni matrimonio può fallire, ma quando ti sposi non puoi pensarci, perchè significherebbe essere sconfitti in partenza.
        Comunque ti ringrazio per la premura che hai nei miei confronti.
        Ora vado a leggere di questa Francesca Sanzo 🙂

    1. Capisco.
      Dicevo delle offese perchè il web ne è pieno e basta un minimo di insicurezza per sentirsene feriti.
      Per ora comunque preferisco concentrarmi su chi ce l’ha fatta e può essere per me fonte di ispirazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...