Giorni Felici

Giorno felice #582

Buongiorno e buon weekend pre natalizio a tutti.

Sono stata un po’ latitante ultimamente, ma va bene così. Tra lavoro, palestra e bambini non è che resti poi molto tempo per scrivere e a volte sono solo troppo stanca per farlo.

Questa settimana abbiamo cambiato allenamento, quindi ho dolori nuovi un po’ dappertutto. La settimana prossima non salterò la palestra e mi allenerò anche il giorno della Vigilia di Natale, il che mi rassicura perchè il giorno di Natale mangerò qualcosa in più, magari assaggio la lasagna.

Devo confessare che in questi ultimi giorni ho un po’ spizzicato, ieri ho assaggiato qualche zucchina che ho fritto per farla mangiare ai bambini, e mi sento in colpa. Ma non voglio abbattermi, piuttosto mi metto di nuovo in modalità “niente sgarri” e continuo ad andare avanti per la mia strada.

Volete vedere come ho passato il pomeriggio ieri?

zucchero filato

Considerato che avevo fatto esercizi terribili per bicipiti e tricipiti, vi lascio solo immaginare il dolore alle braccia. Però ce l’ho fatta e tanti bambini sono rimasti molto contenti per il mio zucchero filato.

Probabilmente durante le vacanze di Natale porterò, a  turno, i bambini in palestra con me. Loro sono molto incuriositi, perchè ne parlo spesso e temono che il coach sia troppo curo con me e che io lo odi. In realtà il coach è duro il giusto e io non lo odio per questo, anzi è proprio la ragione per cui ho scelto di affidarmi a lui. Prima di dire di si ai bambini ho chiesto a lui, perchè non vorrei essere distratta dai bambini o compromettere l’allenamento. Lui è d’accordo, a patto che i bambini non si mettano a giocare per la palestra, perchè nè io nè lui possiamo distrarci dal mio allenamento. Emma è d’accordo, Massimo no. Massimo vuole venire in palestra per farsi i muscoli. Bisogna parlarne bene.

 

Ho iniziato Il richiamo del cuculo, anche se ieri non ho praticamente avuto tempo neanche per accendere il Kindle. Per ora mi piace, scorre bene e i personaggi sono subito simpatici. La Rowling è maestra nelle descrizioni.

Come vi dicevo qualche giorno fa, per il 2015 vorrei partecipare a qualche sfida letteraria di quelle che girano in rete. Ho capito che posso partecipare a più di una sfida, perchè alcuni libri possono valere per più di una sfida.

Ieri mi sono iscritta al Women Reading Challenge  edizione 2015, promosso da Peek a book, un blog di una lettrice che seguo sempre con molto interesse.

women3

Si tratta di leggere libri scritti da autrici donne per raggiungere diversi step di “competenza”.

Livello 1: BABY GIRL – leggi 5 libri scritti da un’autrice donna
Livello 2: GIRLS POWER – leggi da 6 a 15 libri scritti da un’autrice donna
Livello 3: SUPER GIRL – leggi da 16 a 20 libri scritti da un’autrice donna
Livello 4: WONDER WOMAN – leggi più di 20 libri scritti da un’autrice donna

Per partecipare basta seguire le indicazioni che trovate qui, e poi iniziare a leggere.

Io sto già leggendo un libro scritto da una donna, J.K. Rowling, anche se sotto pseudonimo maschile. Il richiamo del cuculo non varrà per la sfida, perchè lo sto leggendo già nel 2014, ma credo che inizierò Il baco di seta nel 2015 e quello sarà il primo libro valevole per la sfida.

Questi sono i libri che, al momento, vorrei leggere:

  1. Il baco di seta di J.K. Rowling (alias Robert Galbright)
  2. Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno di Ella Berthoud, Susan Elderkin, F. Stassi
  3. Le onde di Virginia Woolf
  4. La canzone d’amore di Queenie Hennessy di Rachel Joyce
  5. L’isola sotto il mare di Isabel Allende
  6. Scelti dalle tenebre di Anne Rice (e altri libri delle Cronache dei vampiri)
  7. La casa della gioia di Edith Wharton

Chiaramente è solo una idea, poi di solito mi lascio trasportare dagli eventi, quindi probabilmente creerò una nuova pagina relativa alle sfide letterarie del 2015, da aggiornare con le letture fatte.

 

Un’altra sfida che vorrei seguire è la Reading Road Trip 2015 Challenge, promossa da Adriana di She’s got books on her mind.

In questo caso si tratta di leggere libri ambientati nei diversi stati degli Stati Uniti d’America. Io amo gli Stati Uniti e leggo spesso libri ambientati li, perchè mi sembra di viverci, almeno con la fantasia. Anche in questo caso non c’è un numero fisso di libri da leggere, ma diversi step.

Hitchhiker: 10-20 libri letti
Wayfarer: 21-30 libri letti
Voyager: 31-40 libri letti
Adventurer: 41-50 libri letti

Magari riesco a leggere dei libri scritti da donne e ambientati negli Stati Uniti. Ovviamente ci sono anche blogger che hanno creato delle liste di libri divisi per Stati, il tutto in inglese, ma sono certa che molti romanzi siano stati tradotti anche in italiano. Simpatica anche la mamma letteraria creata dagli utenti di Anobii.

stati uniti romanzi

La mia missione sarà quella di stilare al più presto un elenco di libri in italiano, divisi per stati, che potrei leggere. E se tra questi ci sono autrici donne, avrò preso due piccioni con una fava.

E voi, parteciperete a qualcuna di queste sfide?

Come avrete capito, tendo a tenere la testa impegnata su più fronti, non sia mai che mi annoio.

Annunci

3 thoughts on “Giorno felice #582

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...