Giorni Felici

Giorno felice #508

Oggi i miei bambini sono andati dalla pediatra a fare il “tagliando” annuale.

Sono andati col papà, così io ho potuto rilassarmi una mezz’ora leggendo Intervista col vampiro, che si fa inquietante.

Posso fare la mamma orgogliosa per un post?

I miei figli stanno benissimo e crescono perfettamente. Sia come peso che come altezza.

Io non sono una donna alta, ma col mio metro e sessanta non mi considero neanche la più bassa delle basse. Diciamo che vivo bene così. Mio marito invece è di razza alta, come suo padre. Alto per me, insomma, con i suoi 22 cm di vantaggio.

I miei figli, evvivaddio, hanno preso al papà. Non che ci sia niente di male ad essere bassi, ma dalla mia bassezza ho sempre guardato con un filino di invidia le persone più alte. Innanzitutto se sei più alta il peso si distribuisce meglio. E poi “l’altezza è mezza bellezza”, no?

Massimo è sempre stato più alto rispetto alla sua età e anche ora, che ha 8 anni, veste tranquillamente come se avesse 10 anni. Ora è arrivato a 137 cm e mezzo e se continua così arriverà molto presto il giorno in cui non sarò io la seconda più alta della famiglia. All’ultimo controllo la pediatra ci aveva rimproverati perchè lui aveva preso più kg che cm. Non che fosse grasso, ma la curva di crescita aveva avuto una flessione che non era piaciuta. Ora il peso è rimasto quello e i cm sono aumentati di almeno 5, quindi la curva è tornata ad essere rassicurante.

sovrappeso infantile

A me da un po’ fastidio questa cosa della curva, insomma, non puoi mettere in ansia una famiglia per colpa di una curva. Massimo pesa come un bambino di 10 anni, ma è anche alto come un bambino di 10 anni, un kg in più non lo rende a rischio obesità. A meno che un medico non lo giudichi in base alla mole della mamma. Allora si chiama “Pregiudizio”, non analisi clinica.

Rimane il fatto che Massimo aveva messo so un filo di pancetta, diciamo che era più morbido sul davanti. Ora la pancia è rientrata, un po’ perchè è cresciuto 5 cm in 6 mesi, un po’ perchè ha passato l’estate a correre e giocare in spiaggia e un po’ perchè abbiamo sostituito qualche piatto di pasta con il pesce o la carne (non lo abbiamo costretto, ma era più attratto dai nostri piatti da dieta che dal suo piatto di pasta).

Emma, poi, è una gioia.

Lei, in confronto al fratello, è sempre stata qualche cm e qualche kg indietro, ma è normale, è una femminuccia. Ora invece ha eguagliato l’altezza del fratello alla sua stessa età. Lei, come lui, a 5 anni è alta 113 cm per 19 kg di peso (lui ne pesava 20, di kg). E anche la bambina è scattata verso l’alto, dando l’assalto alla mia posizione in famiglia.

Tra qualche anno sarò la più bassa della famiglia. E ne sono felice.

Ho due figli in forma, belli, forti, alti e sani. Pieni di energia, di curiosità, intelligenti e simpatici, socievoli e solari, allegri e fantastici.

E per questo sono felice.

E sono anche MAGRI!

Io a 8 anni ero già in forte sovrappeso, ricordo ancora la molla delle maniche a sbuffo del mio abitino svasato (per nascondere la pancia) del mio compleanno, che mi segava le braccia troppo cicciottelle, fin quasi al sangue.

Sapere che mio figlio e mia figlia sono normopeso, che giocano con altri bambini senza sentirsi sbagliati o diversi, senza che nessuno li prenda in giro per il loro aspetto fisico, mi riempie il cuore di gioia. Perchè per loro vorrei sempre e solo il meglio e soprattutto vorrei evitare loro quello che per me è stato pura sofferenza.

Lo so, ai bambini bisogna insegnare a stare bene con se stessi, indipendentemente dall’aspetto fisico, e a fregarsene del giudizio altrui. Mia madre ci provava a fortificarmi dagli sfottò, ma questo non mi ha evitato di soffrirne.

Il fatto che i miei figli siano normopeso mi rende felice non solo perchè non devono sorbirsi gli insulti e le cattiverie da parte degli altri bambini, ma soprattutto perchè, essendo in forma, sono energici e non temono il movimento. Se qualcuno li invita a correre, loro corrono. Se qualcuno li chiama per andare a giocare, loro vanno senza problemi, perchè non si sentono in affanno, non si sentono impacciati. Stanno bene e sfruttano questa cosa come è giusto che sia per dei bambini della loro età.

Una delle motivazioni che mi hanno spinta ad intraprendere questo percorso di dimagrimento è proprio l’amore per i miei figli, per dare loro un esempio costruttivo e positivo, per farli mangiare meglio e in maniera più consapevole, perchè il cibo è nutrimento, non paliativo.

Annunci

2 thoughts on “Giorno felice #508

  1. Bellissimo post! Sono totalmente d’accordo con te!! Io penso che non avrò mai figli.. sia perché non mi piacciono, sia perché non ho la !materia prima” (fidanzato xD) e poi ho paura di trasmettere la mia follia relativa al cibo…

    1. in verità neanche a me piacciono i bambini, a parte i miei, e prima di partorire il primo non credevo all’istinto materno, pensavo che anche mio figlio sarebbe scoppiato a piangere solo nel vedermi, come facevano gli altri. Non è andata così, per fortuna!
      E comunque…. mai dire mai!!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...