Giorno felice #444

Continua la mia lettura de Il buio oltre la siepe, con una certa soddisfazione.

Non so… te ne accorgi quando leggi un buon libro, quando non è una cosetta scritta dal primo che passa.

il-buio-oltre-la-siepe

Approfittando dei giorni di vacanza e della gita di Massimo, che ieri è stato via tutto il giorno, ho potuto dedicarmi attivamente alla lettura e, con un certo orgoglio, sono a metà libro in soli due giorni.

La lettura è uno dei veri piaceri che ho e mi riempie l’anima ogni giorno, un rigo dopo l’altro.

Ho due figli che mi vedono leggere sempre, appena ho un attimo libero, e vivo nella speranza che prima o poi si appassionino anche loro. Massimo una volta mi chiese perchè leggo tanto e provai a spiegargli la magia di un libro, ma non credo di esserci riuscita. Ne dedussi che avrebbe dovuto scoprirlo da solo, come ho fatto io più o meno alla sua età.

Questo è mio figlio ieri sera:

Massimo

Gli ho comprato il primo libro della serie Diario di una schiappa e lui era elettrizzato dal regalo e appena ha potuto si è messo sul divano a leggere, anche se la tv era li accanto a lui, accesa ed invitante.

In fatto che sia felice quando gli compro un libro invece di un giocattolo, è già per me fonte di immensa gioia. Vederlo poi così preso da un libro, anche se sciocco come quello, mi fa gonfiare il petto di orgoglio.

Sta iniziando a perdersi tra le pagine di un libro e mano a mano che la sua capacità di lettura aumenterà, potrà scoprire mondi nuovi e fantastici, perchè appena potrò gli comprerò libri.

Emma è più piccola, ha solo 4 anni e mezzo e anche se sta imparando a leggere, per lei è ancora presto per appassionarsi alla lettura in autonomia, ha ancora bisogno di me. Ma la sua curiosità verso i libri, che Massimo alla sua età non aveva, mi fa ben sperare.

un-bambino-che-legge

 

Annunci

2 commenti

    • Si, la penso anche io come te. Purtroppo la scuola provoca antipatia nella lettura. Io per prima, che ho sempre amato leggere, quando dovevo farlo per forza mi bloccavo.
      A mio figlio non hanno ancora assegnato libri obbligatori, per fortuna abbiamo una maestra di italiano molto illuminata che mette al primo posto il piacere dei bambini verso la scuola e, solo dopo, i programmi e le “formalità”.
      Certo, mio figlio ha otto anni e ha letto solo 4 libri in autonomia, quindi non è assolutamente un grande lettore. Però non gli metto ansia, lascio che si avvicini gradualmente e secondo i propri ritmi alla lettura, altrimenti sarebbe imposizione anche la mia.
      E se lascia un libro per andare a giocare a palla in giardino, va bene lo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...