Giorni Felici

Giorno felice #404

Ieri ho esagerato, lo ammetto. Ecco il racconto del mio #day6 del 100happydays.

A parte aspettare il pulmino che porta Emma all’asilo e piegare pochi panni da mettere a posto, non avevo molto da fare. Così mi sono sbrigata e mi sono parcheggiata sul divano a leggere Doctor Sleep.

day6

Col mio fedele Kindle e gli occhiali da lettura, perchè l’età si fa sentire e ho un principio di presbiopia precoce, accentuata, ci scommetto, dalle tante letture e dalle tante ore al pc.

E ho letto, letto e ancora letto. E più leggevo più non riuscivo a smettere. Mi sono alzata alle 13 per preparare il pranzo e alle 14 ero di nuovo sul divano a leggere. Ho letto fino alle 16.30, approfittando di una festa che iniziava più tardi. Ho anche dimenticato che alle 11.30 avevo appuntamento dall’estetista, perchè probabilmente leggere era più importante della depilazione.

Stephen King mi cattura sempre, poi ci sono capitoli brevi, così ad ogni capitolo finito mi dico “Dai, ancora uno” e andrei avanti per ore. Ho scaricato la batteria del Kindle e la storia si è fatta complicata e prima di dormire pensavo ai personaggi come se fossero amici miei, ero preoccupata per loro e cercavo di capire come faranno ad uscirne  fuori.

La cosa bella del Kindle è che non importa quanto il libro sia voluminoso, la mano non si stanca mai per reggere il libro.

La cosa brutta del Kindle è che non sai quanto sia voluminoso il libro, quindi non sai a che punto ti trovi, quanto ancora ti manca. In basso a destra c’è la percentuale di lettura, ma non è la stessa cosa.

Ieri mattina ero al 30%, ieri sera al 68% e ho paura di finire il libro oggi stesso, perchè anche se devo sapere come va a finire, mi sono affezionata e so che il libro mi mancherà. Devo iniziare a pensare a cosa leggere dopo, perchè più un libro mi cattura, più ho difficoltà ad iniziarne un altro.

Stati patologici da lettrice incallita… che ci vuoi fare?

Mio marito dice che adora vedermi leggere, assorta in un libro. Dice che quando leggo sono io al 100%. Probabilmente è così. Quando leggo sono me stessa, completamente e incondizionatamente, ma sono anche tante altre cose, sono tanti personaggi contemporaneamente e vivo storie che non mi appartengono, ma che diventano un po’ anche mie ogni volta.

Come fa la gente a vivere senza leggere? Io morirei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...