Giorni Felici

Giorno felice #381

E’ da troppo tempo che non aggiorno più il blog e ammetto di sentirmi un po’ in colpa.

Due le ragioni principali.

La prima è che andando sempre di corsa spesso non ho proprio materialmente il tempo non tanto di sedermi a scrivere, quanto di mettere a fuoco l’aspetto felice della giornata.

La seconda è che a volte faccio davvero fatica a trovare aspetti felici.

Non che le cose vadano male, questo no. L’attività procede a pieno ritmo e iniziamo a respirare, economicamente parlando. Stiamo iniziando a programmare acquisti importanti che rimandiamo da sempre, per mancanza di fondi, e questo è positivo.

Ho anche comprato il mio primo smartphone, un iPhone 5s, l’ultimissimo, ebbene si! Attenzione, l’ho preso con contratto della 3 e praticamente al mese pago meno di quanto pagavo prima, solo che ora ho l’iPhone!

E poi sta arrivando il Natale e io sono in fibrillazione perchè oltre a dover rinnovare il parco palline e decorazioni di casa, vecchio e obsoleto, devo anche pensare a come decorare il locale, il che è divertentissimo. Per ora ho comprato:

  1. fiocchi di neve glitterati azzurri, da appendere all’ingresso
  2. Babbo Natale gonfiabile, gigante, alto 2.40 mt
  3. Albero di Natale gonfiabile alto 1.80 mt

natale

Abbiamo optato per decorazioni gonfiabili perchè si possono conservare per i prossimi anni, non sono pericolosi e, soprattutto nel caso dell’albero, non ha l’effetto collaterale delle palline removibili.

Ci sono però tante cose che mi rendono triste e nervosa, tanto che ho un principio di gastrite e un occhio che ha ripreso a battere.

Cose poco piacevoli, che riguardano una parte della famiglia e l’invidia. Cerco di essere superiore alla cosa, di andare avanti a testa alta, nonostante le frecciatine, nonostante la diffamazione, nonostante il sostegno da parte dei miei. Rimane però il fatto che provo tanta amarezza per certi comportamenti sleali, cattivi, subdoli e falsi.

C’è una ipocrisia di fondo che spinge certe persone a circondarsi di altre, di cui si ha una stima bassissima e di cui si parla male alla prima occasione, solo perchè queste riescono ad ascoltare mezza campana e a dare tutto il loro sostegno, pur di mettere zizzania. Persone piccole, cattive ed ignoranti, in tutti i casi. Persone che amano fomentare liti e discussioni in famiglie che non sono le loro, senza averne un reale interesse, così… giusto per hobby. Persone che aprono la bocca e gli danno fiato, stimolate da qualcuno che non sa come trovare giustizia se non raccontando solo una piccola parte dei fatti, certamente quelli a proprio favore, a persone che non hanno mai l’intelligenza di chiedersi quale sia la parte mancante della storia.

Lo so, è complicato da capire, così, senza riferimenti, ma sono cose personali e private e non sono il tipo di persona che si mette a scrivere certe cose sul web.

Posso però scrivere della mia amarezza e della rabbia che ho addosso.

Mio marito dice che dobbiamo essere tranquilli, che non dobbiamo rispondere alle provocazioni, che l’invidia distrugge chi la prova, non chi la causa, che dobbiamo camminare a testa alta ed essere Felici, perchè ce lo meritiamo. Io ho la coscienza pulita, ma certe cose mi danno fastidio e l’atteggiamento alla Gandhi, di non rispondere alle provocazioni, è difficile, ecco.

Per questo mi vengono più “pensiericattivi” che “pensierifelici”. Cose semplici, cose così:

Ragione

RagionePasserà. Mia madre dice che per lei è stato così per tutta la Vita, che queste cose ti rendono più forte. Ma anche più dura, aggiungerei. Non riesco più ad essere disincantata come lo ero fino a qualche anno fa. Sono diventata una donna pratica e pragmatica, con slanci di fancazzismo, lotto ogni giorno per riuscire a far funzionare tutto, il lavoro, la casa, la famiglia e non ho semplicemente il tempo per i voli pindarici.

Forse questo significa solo “crescere”, che è giusto e sacrosanto.

A me comunque manca un po’ la spensieratezza e la leggerezza che avevo, la capacità di scegliere le cose che mi facevano stare bene, non solo quelle più convenienti (non solo economicamente, ma anche in termini di tempo e di maggior resa). Dentro di me conservo con gelosia quella che ero e che ora è un lusso essere ancora, perchè non si muore crescendo, si evolve e ci si adatta un po’ al Mondo. Sono sempre io, solo che le risate vengono da cose diverse, il piacere da piccole soddisfazioni del quotidiano, le difficoltà sono grandi come i debiti e la Felicità è una ricerca continua e quotidiana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...