Giorni Felici

Giorno felice #362

Ieri ho passato il pomeriggio a chiacchierare con la nostra ragazza alla pari, Lydia.

Lei la domenica avrebbe il giorno libero, potrebbe andare al mare, a spasso, a farsi i fatti suoi, anche solo per stare lontana un po’ dalla mia famiglia. Invece sceglie sempre di restare con noi, lo fa con piacere e questo mi fa pensare che si trovi bene.

Sono passate tre settimane dal suo arrivo e ieri pensavo a quanto siamo stati fortunati.

Avevo letto tantissimi racconti di gente che aveva scelto una ragazza alla pari, alcune storie erano terrificanti, la maggior parte parlavano di ragazze venute solo per fare una vacanza gratis, incuranti dei bambini, ma anche dell’igiene, della pulizia, del rispetto delle regole della famiglia ospitante, ragazze che stavano via per notti intere senza sapere dove fossero finite, ragazze che portavano a casa ragazzi sconosciuti, contratti interrotti dopo soli alcuni giorni. Un incubo.

Poche erano invece le storie positive, ma quelle poche parlavano di un nuovo membro della famiglia, di rapporti di stima e rispetto reciproco, di bambini affezionati come ad una sorella maggiore.

Le probabilità erano poche, visti i rari racconti idilliaci, quindi ero un po’ pronta al peggio, soprattutto avendo avuto come unico termine di paragone con ragazze inglesi mia cugina, pessima.

E invece è arrivata Lydia e dopo tre settimane posso dire che è parte della famiglia. Ieri è venuta con noi ad un centro commerciale e a pranzo dai suoceri, gioca con i bambini, ha insegnato loro tante nuove parole, è simpatica, sorride sempre, è gentile è pulita è educata. E’ una persona interessante.

Ha soli 19 anni, ma sa cosa vuole e passa l’estate nel paese che ama, che studia, per approfondirne la conoscenza. Mentre i nostri 19enni preferiscono passare una lunga estate oziosa, fatta di feste in spiaggia, fiumi d’alcool e chissà che altro, lei è venuta qui, in un paese diverso dal suo, senza amici o conoscenti, in una famiglia che conosceva solo via internet, perchè vuole perfezionare la lingua che studia all’università.

E poi ha un buon rapporto con i bambini, che fanno a gara per stare con lei.

aupairEmma ha imparato a contare fino a 20 in inglese, conosce i nomi di alcuni animali e ha una pronuncia ottima,a  detta di Lydia, secondo me perchè lei si sforza di riprodurre il suono. Massimo invece cerca di capire come si scrive, per poter italianizzare le parole.

Scherziamo anche, con l’inglese. Massimo ci fa morire dal ridere quando gli diciamo “Wink” che significa “occhiolino”, facendocene uno che è una via di mezzo tra un alcolizzato e un pirata.

L’unica pecca, forse, è che Lydia non parla inglese, ma in italiano, e per questo i bambini fanno meno pratica di quanto avrei immaginato, però è un vocabolario con pronuncia sempre a nostra disposizione e i bambini hanno un approccio sereno con la lingua.

Considerato poi che nel primo anno di elementari Massimo di inglese ha fatto solo: i numeri 0-10, i colori e qualche animale, direi che lui ha fatto un grande ripasso del tutto e che Emma si è portata avanti, avendo le stesse conoscenze di inglese del fratello.

Poi ieri, durante la chiacchierata, lei mi ha raccontato dei suoi studi (oggi avrà i risultati degli esami del primo anno di università e noi speriamo che sia tutto ok) e di cosa studia di italiano. Incredibile. Pensare che in un altro paese studiano l’Italia contemporanea, da Camilleri a Calciopoli. L’anno prossimo oltre a studiare Mussolini, studierà anche la corruzione all’italiana come stile di vita, come cultura italiana. Imbarazzante.

Insomma, bilancio più che positivo per questa esperienza. Lydia resterà con noi fino all’11 settembre e i bambini torneranno a scuola il 12 settembre.

E già mi dispiace l’idea che parta.

PS: Non ditelo a nessuno, ma sono più tranquilla quando i bambini sono via con lei, che quando sono con i miei o con i suoceri!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...