Giorni Felici

Giorno felice #295

Di solito la domenica smanio. Per fare. Per uscire. Per… non lo so.

Però ultimamente cerco di prendermela con calma, perchè ho la consapevolezza che appena inizieremo a lavorare, non avremo MAI più domeniche calme e pigre, perchè la domenica lavoreremo a pieno regime e saremo immersi nel caos delle feste di compleanno di bambini sconosciuti.

Quindi mi faccio coraggio, e provo a rilassarmi, anche se mi viene innaturale, anche se quando sto troppo tempo senza far niente, vengo colta da pensieri tristi e bui.

Ieri ho addirittura seguito L’Arena di Giletti, dove si parlava di questa politica di oggi, fatta di politici messi in difficoltà da non politici, dove tutti dichiarano di voler far spazio al nuovo, ma con le vecchie logiche.

Panico.

Un’ora di trasmissione e ti assale la voglia di espatriare. Un’ora e mezza e hai solo voglia di attaccarti alla canna del gas.

Poi ho cambiato e ho messo su La7, dove facevano vedere un classico degli anni 80: Baby Boom.

Baby-Boom

Allora, io sono cresciuta dentro un cinema, vedevo ogni cosa, tranne i film dell’0rrore e quelli porno. Sono cresciuta a pane e film americani, ma non solo. I film sono stati la mia principale fonte di ispirazione, la mia educazione sentimentale, la mia maestra di Vita. Io ci credevo, ai film.

Negli anni 80 andava di moda la donna in carriera, la manager rampante e questo film faceva vedere che la donna non può essere tutto, a qualcosa deve rinunciare se vuole far carriera… ma non è detto!

Per chi non lo avesse mai visto, Diane Keaton è una donna di successo, in odore di diventare socia di una grande società di New York, ha un fidanzato rampante come lei e una vita pressochè perfetta. Finchè non le capita tra capo e collo una bambina, figlia di lontani parenti, affidata a lei in seguito alla morte di tutti i suoi familiari più prossimi.

Panico.

La vita di Diane crolla. Non riuscendo più a stare a lavoro 15 ore al giorno, perde la possibilità di diventare socia dello studio e per non accettare la posizione di second’ordine offertale, si licenzia e acquista una casina apparentemente da favola nel Vermont.

house-Baby-Boom

E, nella noia più totale, si mette a preparare zuppa di mela per la bambina, utilizzando le mele del suo frutteto. E inizia a venderle. E si trasforma in una miliardaria titolare di una azienda che attira l’attenzione di grossi investitori. Quando i suoi ex datori di lavoro la convocano per una offerta irrinunciabile, lei rifiuta perchè è felice così e perchè se la fa col veterinario del Vermont.

Si capisce ora perchè sono tutta matta, no?

Anche io pensavo che si potesse avere tutto, carriera e famiglia, amore e soldi.

Anche io pensavo che bastasse avere una buona idea per diventare persone di successo e felici.

Anche io pensavo che si potesse vivere in una bella casa nel bel mezzo del nulla e rimanere in contatto col mondo.

La realtà è diversa. Soprattutto l’Italia è diversa. Non puoi metterti a vendere barattoli di marmellata per strada, perchè prima devi avere tutta una serie di autorizzazioni sanitarie, comunali, statali, ecc. Non puoi semplicemente metterti a fare soldi, prima devi cacciarne una quantità indefinita, poi devi aspettare il buon cuore di tutta una serie di impiegati e impiegatucci statali, che si annoiano da morire a fare il lavoro che fanno, che si sentono iper impegnati e molto sfortunati ad avere uno stipendio fisso, sicuro e senza rischi, pagato da noi contribuenti che invece dobbiamo inventarcelo, un lavoro, e investirci su tutti i nostri risparmi.

Noi abbiamo fretta di lavorare. Loro no.

Vabè… finito il film ero arrabbiata e demoralizzata.

Fortuna che poi è venuta una famiglia a vedere la sala per una festa a metà marzo, cui ho dovuto dire di no perchè non ho ancora i permessi comunali….

La verità è che conto le stressanti domeniche di relax che mancano alla Vita Vera!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...