Giorno felice #294

Ieri c’erano i colloqui alla scuola di Massimo, con presa visione della pagella del primo quadrimestre.

Un passaggio epocale: la prima pagella del primo quadrimestre della prima elementare.

pagella

Non voglio però scrivere dei bei voti, perchè i voti in prima elementare non contano nulla. Sono quasi scontati, soprattutto di questi tempi. Non esistono più le bocciature in prima elementare, son tutti bravi.

Quello che però mi ha fatto davvero tanto tanto piacere è stato sentire le maestre dire che mio figlio è molto educato.

L’educazione è tutto.

Se un bambino è educato a scuola, come nella vita, avrà sempre un rendimento positivo, sarà sempre ben voluto, andrà sempre bene. Un bambino educato significa che dietro c’è una famiglia che ci tiene, che lo segue, che gli insegna qualcosa. Un bambino educato è anche un bambino che rispetta le gerarchie, un bambino che sa quando stare zitto e che, quindi, ascolta.

Per me l’educazione è la prima cosa. E la famiglia deve fare la sua parte, perchè non puoi pretendere che le maestre insegnino a tuo figlio se tu per prima non gli insegni nulla.

E poi mi hanno detto che è molto intelligente, che ha dei “guizzi di ragionamento” che stupiscono anche le maestre, perchè dimostra non solo che ha capito il ragionamento che è dietro le spiegazioni, ma che le riesce anche a sviluppare correttamente ed indipendentemente.

Ora, come dicevo, non è questa la cosa più importante. So che mio figlio è molto intelligente sin da quando è nato, si capiva da come si guardava attorno. Ma se anche non lo fosse stato, sarebbe sempre stato il mio bambino bellissimo e perfetto. Anche stupido, sarei stata orgogliosa di lui, purchè educato.

Però fa piacere sapere che anche le maestre si sono accorte della sua intelligenza, sono felice che lui sia capace di dimostrarla, la sua intelligenza, non solo a casa, ma nel mondo. Mi fa piacere che per lui la matematica, ad esempio, sia un giochino semplice e divertente. Mi fa piacere che abbia questo desiderio infinito di leggere qualsiasi cosa gli capiti sotto gli occhi, perchè ora sa decifrare le lettere e quindi ha una curiosità pressochè insaziabile. Mi fa anche piacere che non mi racconti balle, che sia stato sempre onesto con me sia quando mi parlava del suo comportamento in classe, che delle figurine, che porta a scuola e che mi ha promesso di tirar fuori solo a ricreazione. E fa davvero così, lo ha confermato la maestra.

Quindi il bambino è bravo, educato, intelligente e motivato. Ama mettersi alla prova e vuole primeggiare. Ama anche sentirsi lodare, questa è una sua debolezza… credo l’abbia presa da me. Ma di un figlio si amano anche le debolezze, anzi, di più!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...