Giorno felice #261

Ieri sera ho avuto una piacevole mezz’ora di confidenze con mio figlio.

E’ venuto sul lettone prima di andare a dormire e ho iniziato a fargli domande sulla sua vita a scuola e lui era contento di raccontarmi.

A quanto pare c’è una bambina, la più brava della classe, che non parla mai. Sta sempre zitta, seduta al suo posto anche a ricreazione. Gli ho detto che forse lei è timida e non conosce bene gli altri bambini e che allora può andare lui a parlare con lei a ricreazione, qualche volta. Lui ha detto che è una bella idea, ma che appena suona la campanella della ricreazione tutti i suoi amici lo chiamano.

Lo chiamano per giocare, lo chiamano per avere informazioni sul Planet, lo chiamano per chiacchierare.

A quanto pare si formano due gruppi: i maschi attorno al banco di Daniele e le femmine attorno al banco di Anna Giulia, che porta a scuola i libri delle principesse. QUalche femmina va a dar fastidio ai maschi, come Giorgia, che è la fidanzata di Daniele.

Poi Massimo, insieme ad altri 3 bambini, ha fondato un club, ancora senza nome. Il club ha come unico scopo quello di collezionare punte di matite e colori e frantumare e accumulare la polverina colorata che cade giù dalle matite quando vengono appuntate. Loro la frantumano con le mani, poi la raccolgono dentro gli appunta matite.

matite

“E poi gli metteremo fuoco”.

“Quando gli metterete fuoco?” ho chiesto curiosa.

“Quando ne avremo tantissima, quando avremo 18 anni!”

Bene, me li immagino 4 ragazzi di 18 anni riunirsi per mettere fuoco alla polvere di matita accumulata in 12 anni di scuola.

Massimo è stato contento di raccontarmi la sua vita a scuola, dei suoi amici, di quello che fanno e dicono. E io sono stata contenta di ascoltarlo, di fargli domande senza giudicarlo, di farlo sentire importante e di farmi sentire coinvolta. Sono felice che abbia una bella vita sociale a scuola, che sia amico di tutti, che gli amici gli vogliono bene e lo cercano, che è uno del gruppo, insomma.

Ora la domanda è: com’è invece Emma all’asilo?

Perchè ieri ho incontrato Eleonora, una delle bambine che mi nomina più spesso. Le ho chiesto se conosce Emma e ha detto di si. Le ho chiesto se sono amiche e Eleonora ha confermato, anche quando le ho chiesto se Emma fa la brava. Poi è arrivata Emma e le ho detto di aver conosciuto la sua amica Eleonora e lei mi ha risposto “Eleonora non è più mia amica, adesso non mi parla, parla solo con Lisa. La mia amica adesso è Vanessa!” e mi sono immaginata un gruppetto di piccole signorine, con gelosie e faide come le grandi, in stile Gossip Girl.

amiche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...