Giorni Felici

Giorno felice #247

Sta per arrivare Carnevale.

Cioè, manca un mese, ma in una casa con due bambini bisogna iniziare a pensarci per tempo.

Quest’anno Massimo festeggia il Carnevale con la scuola di ginnastica. Faranno un piccolo saggio per noi genitori e a seguire festa in maschera con cena a buffet per tutte le famiglie.

Ci siamo quindi messi a disquisire sul costume.

Piccola parentesi per Emma, che non ha capito ancora bene bene di cosa si tratta, ma nel dubbio voleva vestirsi prima da Ballerina, poi da Principessa, poi da Spongebob e adesso da Peppa Pig.

Emma

Il problema è invece Massimo.

Perchè il suo timore è che gli amichetti, anzi UN amichetto, lo prenda in giro. Vuole omologarsi.

L’anno scorso si voleva vestire da supereroe e su Ebay abbiamo acquistato un costume di un Batman di serie B, tutto nero, con la fascia in vita blu. Però Massimo adorava quel costume, che aveva la maschera per il viso incorporata al mantello. Ne era felicissimo, poi gli amici lo hanno visto e lo hanno preso in giro perchè non era un vero Batman visto che i colori erano sbagliati. Massimo replicò che il suo era un Batman che veniva dall’Inghilterra e costava solo 7 sterline! La spiegazione che gli avevo dato io gli stava bene, quindi ok.

Però evidentemente questa cosa gli ha dato più fastidio di quello che mi ha fatto intendere l’anno scorso, perchè quest’anno cercava un costume PERFETTO da supereroe, possibilmente da Spiderman, come quell’amichetto che lo ha sfottuto. Lo stesso amichetto che alla veneranda età di 6 anni gli ha detto “Ti posso dare il mio vecchio costume da Spiderman dell’anno scorso”.

Ora, di soldi ce ne sono pochi anche quest’anno, ma non è questo il discorso. Ho cercato di parlare con Massimo della questione, gli ho detto che a Carnevale è bello essere vestiti tutti diversi, non tutti uguali, che anzi più il tuo costume è unico ed originale, più la festa è divertente.

Gli ho spiegato che a me era la mamma a cucirmi i costumi e che se lui volesse, la nonna potrebbe cucirgli un costume bellissimo, che ha solo lui in tutto il Mondo. Gli ho spiegato che non esistono solo i supereroi, ma che può pensare a qualsiasi cosa e vediamo di trovare il modo di farcelo fare dalla nonna.

Questa cosa dell’esclusiva mondiale lo ha colpito ed entusiasmato, così mi ha detto che vorrebbe mascherarsi da Pirata. Così abbiamo cercato dei costumi online per capire come possiamo farlo, ci siamo messi d’accordo su un paio di modelli e gli ho detto che gli comprerò la sciabola, la benda per l’occhio e la bandana per i capelli (o il cappello da capitano).

Massimo

Sono stata molto felice del fatto che abbia capito che è libero di vestirsi da quello che vuole lui, che non deve vestirsi da quello che vuole il suo amico.

Questa cosa dell’omologazione sarà difficile da combattere, ma inizia ad avere una età in cui capisce e metabolizza anche queste cose. Bisogna che capisca quanto è unico e speciale e che i suoi amici devono apprezzarlo per quello che è, non per le magliette che indossa. Ho perso in partenza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...