Giorno felice #162

Ieri mattina, domenica, siamo andati a fare una passeggiata fino al parco.

Non sono una fanatica del parco giochi, mi annoio e stresso allo stesso tempo. I bambini non si sa mai cosa cercano e riescono ad annoiarsi anche li. Inoltre io, che sono della parrocchia “E’ domenica, mettiamo il vestito carino” odio il pensiero che si sporchino e sfascino come in tutti gli altri giorni.

Comunque, ieri era domenica, il sugo era pronto e la giornata invitava alla passeggiata. Così siamo andati al parco.

E abbiamo incontrato tanta gente. Di solito incontriamo gli amici di scuola di Massimo, ieri per la prima volta abbiamo incontrato i compagni di asilo di Emma.

Emma va a scuola con tre gemelli, Greta, Giulia e Francesco, anche se lei pensava che fossero sorelle solo le bambine. Tre gemelli…. mamma coraggio! Ho conosciuto i genitori, che stavano pomiciando sulla panchina tra i due scivoli. Hanno anche una quarta figlia, la primogenita, di 18 mesi più grande dei gemelli. Loro pensavano di fare una furbata ad avere il secondo figlio dopo 9 mesi dalla prima, così si levavano subito il pensiero. E sono arrivati 3 gemelli. Quattro, se consideriamo che la prima aveva 18 mesi. Azz.

E poi abbiamo incontrato un’altra bambina che fa un’altra sezione… RORI…. chiamare Rori tua figlia è come chi chiamava le bambine Sue Ellen negli anni 80… da deficiente!

Rori era attratta da Nick. Rori non mangia all’asilo perchè la mamma non vuole, perchè non si sa cosa mangia. Rori aveva un trench grigio chiaro.

Rori mi sta sulle palle.

Emma gli sputa in testa (modo di dire cafone che sta ad indicare che mia figlia, quella col nome normale, anche se tornato prepotentemente alla moda, è molto più svelta e indipendente di queste bambine figlie dei telefilm).

Però è bello incontrare nuove mamme, e anche amiche di una vita, ora tris-mamme, e chiacchierare in una bella domenica mattina tiepida e assolata di fine ottobre. Infondo viviamo in un paesino idilliaco.

 

PS: Messaggio per Paola: mia figlia, quella socievole, ieri non ha rivolto la parola a nessuno dei suoi amici di asilo. Semplicemente si sono ignorati. Ergo, non stressare tuo figlio a socializzare, fa quello che fanno tutti i suoi coetanei: se ne fotte!

Annunci

Un commento

  1. Intanto Rori sta sulle palle anche a me e anche Sue Ellen e Tabata, nel caso ti capitasse di incontrarle!
    E poi grazie per il PS, ne avevo bisogno visto che Jak, ogni giorno che passa, sviluppa una sociopatia galoppante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...