Giorni Felici

Giorno felice #89

Una piccola illuminazione, ecco il mio attimo di Felicità di ieri.

Un flash, una verità, uno spiraglio, una piccola, flebile luce in fondo al tunnel, che non importa quanto lontana e debole sia, perchè quello che importa è che c’è, e ancora meglio, quel che importa è che io l’abbia vista, anche se solo per un attimo. Ora so che c’è e questo fa tutta la differenza del Mondo.

Sono stanca di aspettare, di rimuginare e di dovermi preparare all’inevitabile sacrificio alimentare che quest’anno sregolato si porta dietro. Il sacrificio alimentare, comunemente detto “dieta”, mi ha stufato. Non voglio più stare a dieta. Voglio cambiare le cose a monte, non a valle. Per una volta partirò da me e da quello che mi piace e mi fa sentire bene.

C’era una cosa che mi faceva stare bene, l’anno scorso di questi tempi, più dei 20 kg in meno che avevo, ed era correre. Sentirmi in forma, muovermi, sfidare me stessa e vincermi.

Così la decisione è presa: basta palestre e “palestrieri” più o meno pompati, più o meno cafoni, più o meno ignoranti. L’ambiente palestra è per i magri, non per i grassi.

A me non piace andare in palestra a cazzeggiare o, peggio, a farmi trattare da obesa che “meno le facciamo fare e meno rischiamo che ci muoia sotto il bilanciere“.

A me interessa muovermi, scaricarmi, sudare perchè ho messo in moto i muscoli e non perchè la poltrona si è appiccicata sotto il mio sederone.

E, come ogni illuminazione che si rispetti, mi è arrivata via internet. Ho scoperto un programma che ha un nome che è… tutto un programma: dal Divano a 5km. Come riuscire a correre 5 km in 10 settimane di allenamento.

Si tratta di allenarsi tre giorni a settimana, a giorni alterni, alternando una camminata alla corsa. Che poi è quello che ho fatto l’estate scorsa, quando mi ero prefissa di correre per mezz’ora consecutiva entro la fine dell’estate e ho iniziato alternando un minuti si e uno no. Solo che lo facevo in palestra, su un tapis roulant e il paesaggio era sempre lo stesso squarcio di Nazionale.

Perchè non farlo su strada?

E’ più economico, più vario e ho anche la possibilità di vincere la mia paranoia “cosa penserà la gente di me“.

Che vuoi che penserà? Che sono una cicciona che non si è arresa al divano, ma che sta lottando per cambiare e migliorare. Se pensa altro il problema è suo, giusto?

Domande?

Si, due.

La prima: quando inizio? Lunedì 13 agosto mi sembra perfetto, perchè non ho voglia di rimandare, perchè dopo la settimana di ferragosto ci sarà qualche altra scusa per non farlo.

La seconda: a che ora? Direi la mattina presto, appena sveglia e prima di fare colazione. Si tratta di allenamenti da 20 minuti al giorno, quindi se parto alle 7.00 alle 7.20 sarò a casa, farò la doccia e poi la colazione. Se ce la faccio!

Nel weekend devo quindi studiarmi una scaletta di musica “da corsa” della durata di 20 minuti, così avrò anche la compagnia del lettore mp3.

E andiamo, si parte! L’obiettivo non è dimagrire, ma correre. Mi sento meglio solo al pensiero.

Annunci

2 thoughts on “Giorno felice #89

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...