Giorno felice #16

Sono partita dal basso per iniziare a realizzare i miei obiettivi per l’estate, più precisamente dal

n°48: Preparare un tabellone motivazionale per i bambini.

Ho due figli, il primo ha 6 anni e a settembre entrerà alle elementari. E’ un bambino sveglio, molto intelligente, estremamente permaloso e geneticamente incapace di capire uno scherzo.

La seconda compirà 3 anni a fine luglio ed è attualmente impegnata nella famigerata “Missione spannolinamento” che sta procedendo meglio del previsto, sia perchè ha capito che farsela addosso non è una gran bella cosa sia perchè l’abbiamo terrorizzata dicendole che non può andare all’asilo se non la fa nel vasone.

Emma è troppo piccola per spiegarle il funzionamento di un tabellone motivazionale, mentre Massimo ha l’età in cui queste cose appaiono divertenti… almeno finchè non ci sarà da applicarsi.

Il tabellone funziona così: partirà dal 1 di giugno e ci vedrà impegnati fino al 30.

Le attività sono state concordate con Massimo e divise tra “Attività della mattina” e “Attività della sera“.

La mattina Massimo deve:

  • Vestirsi da solo
  • Mettere il pigiama a posto sotto il cuscino
  • Lavarsi viso e denti
  • Aiutare la mamma ad apparecchiare e sparecchiare per il pranzo

La sera invece deve:

  • Aiutare la mamma ad apparecchiare e sparecchiare per la cena
  • Mettere il pigiama da solo
  • Piegare e mettere a posto i vestiti e le scarpe
  • Fare il bidet e lavarsi i denti
  • Mettere a posto i giochi

Ogni volta che compirà una di queste azioni, gli darò uno stickers da attaccare nella casella corrispondente sul tabellone.

Se avrà completato tutte le caselle di una giornata, potrà pescare dalla scatola dei premi, una tra queste cose da fare il giorno dopo con la mamma o col papà:

  • Leggere una favola a sua scelta
  • Fare una passeggiata
  • Vedere un film
  • Colorare
  • Andare in bici
  • Una caramella
  • Fare un puzzle
  • Fare le bolle di sapone in casa
  • Giocare a nascondino
  • Imparare una filastrocca
  • Fare un castello di sabbia con la mamma
  • Un gelato
  • Mangiare dai nonni

altre attività verranno definite e scritte su altrettanti cartoncini da inserire nella scatola dei premi. Ogni sera, se avrà avuto diritto a pescare un premio, appenderemo il premio con una calamita al frigo, in modo da non dimenticare, il giorno dopo, l’attività vinta.

Se a fine mese avrà riempito tutte le caselle con gli stickers, potrà scegliere uno di questi premi più grandi:

  • Un giocattolo nuovo
  • Andare a mangiare da McDonald

e qualcos’altro che deve ancora definire. Abbiamo attaccato il tabellone dietro la porta della cameretta e recuperato un po’ di stickers che abbiamo già, altri toccherà comprarli, spero.

L’intento è quello di responsabilizzarlo, ma anche di passare del tempo di qualità con lui, facendo insieme qualcosa che ama fare.

Adoro queste cose, sia la fase di preparazione del tabellone, che l’idea di insegnare qualcosa a Massimo sotto forma di gioco. Mi piacerebbe tanto insegnargli ad impegnarsi per raggiungere un obiettivo e spero che non si stanchi presto di questa cosa, perchè la trovo davvero interessante.

Per ora sono Felice dell’idea e di averlo coinvolto per metterla in atto. La domanda è: quanto durerà?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...